La ricetta di Salvini sulle pensioni, quota “100” con 62 anni ma c’è nodo risorse

La ricetta di Salvini sulle pensioni, quota “100” con 62 anni ma c’è nodo risorse
Matteo Salvini
12 settembre 2018

Il vice premier Matteo Salvini rilancia quota “100” per le pensioni ma considera i 64 anni di età anagrafica un paletto troppo elevato. “Quota 100 con 64 anni? No, è assolutamente troppo alto, io ho chiesto al massimo 62”, ha detto il ministro dell’Interno. Quota 100 rappresenta la somma dell’età anagrafica e di quella contributiva per accedere alla pensione. Salvini conferma dunque di essere a favore di una soglia sostanzialmente senza vincoli per superare la legge Fornero.

Leggi anche:
Dazi e guerra in Siria, i temi "caldi" al Palazzo di Vetro. Conte e Moavero all'Onu

In occasione del rapporto annuale, il presidente dell’Inps, Tito Boeri, aveva indicato alcune stime realizzate dall’istituto in merito all’introduzione di quota 100 prevista dal contratto di governo tra Lega e M5s. Secondo quelle stime quota 100 “pura” (senza alcun vincolo) costerebbe fino a 20 miliardi l’anno. Con un minimo di 64 anni di età anagrafica l’onere scenderebbe a 18 miliardi e 16 miliardi con una soglia minima di 65 anni. Mantenendo invece la legislazione vigente sui requisiti di anzianità contributiva con i 64 anni il costo a regime sarebbe di 8 miliardi l’anno e 4 miliardi nel primo anno di applicazione. Il presidente Inps in più occasione ha indicato che tornare indietro del tutto rispetto alla Fornero non “è possibile”.

Leggi anche:
La satira in scena ad Atreju, ma Salvini difende Di Maio

Inoltre ripristinare le pensioni di anzianità con quota 100 o 41 anni di contribuzione significa far salire da subito la platea dei pensionati di 750mila persone. Sul tema pensioni, l’altro vice premier, Luigi Di Maio, e ministro del Welfare ha confermato che quota 100 e il pensionamento con 41 anni di contributi a prescindere dall’età sono opzioni possibili. La cosidetta “quota 100” per definire la soglia di accesso alla pensione sarà inserita nella legge di bilancio ha detto Di Maio alla Camera. “Il superamento della legge Fornero è la nostra priorità” ha sottolineato “e la nostra priorità è lavorare sulla quota cento, tenendo ben presente chi ha maturato una anzianità contributiva di 41 anni”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti