Ecco la torre di collaudo di ascensori più alta d’America

Loading the player...
14 maggio 2019

Raggiungerà i 128 metri di altezza la torre di collaudo di ascensori più alta d’America, costruita da Thyssenkrupp Elevator ad Atlanta, in Georgia, dove sorgerà il nuovo Innovation and Qualification Center (Iqc) che cambierà lo skyline della Contea di Cobb. Con 900mila ascensori (1 ogni 362 persone), gli Usa sono al secondo posto per numero di ascensori dopo l’Italia e prima della Cina. Un ascensore americano, in media, compie 18 miliardi di viaggi all’anno, trasportando circa 20mila persone.

Con 18 vani, la torre è la terza realizzata a livello globale dalla multinazionale tedesca dopo Rottweil (Germania) e Zhongshan (Cina) e sarà utilizzata per testare ascensori ad alta velocità (fino a 18 metri al secondo), il Twin – il sistema in cui due cabine indipendenti si muovono in un unico vano e saranno eseguiti test di resistenza che assicurino la totale adempienza delle rigide norme di sicurezza degli ascensori. Nell Iqc, infine, verrà testato anche il Multi, il primo sistema di ascensori senza funi in grado di muoversi lateralmente.

“Nell arco 10-15 anni, investiremo 300 milioni di dollari per questo progetto – ha dichiarato Peter Walker, Ceo dell’azienda – è il nostro più grande investimento, a riprova dell importanza che diamo al mercato e all efficienza e capacità del team americano”. Al termine dei lavori, previsto per il 2022, il nuovo quartier generale ospiterà 900 dipendenti full-time rafforzando così la posizione di leader del gruppo negli Stati Uniti d America dove è il primo produttore di ascensori e ha installato le proprie soluzioni tecnologiche in edifici simbolo come il One World Trade Center (New York), il Sun Life Stadium (Florida) e l Aeroporto Internazionale di Denver (Colorado).

Leggi anche:
Corruzione nel rilascio di cittadinanza italiana, sei arresti
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti