Lo Bello (Sicilia), su Fomazione parola ordine ‘confronto’. C’è buona legge

9 novembre 2014

“Il dialogo sarà alla base di tutto, io ho un bagaglio di esperienze che mi obbliga, ed è un obbligo assolutamente sentito, a confrontarmi. Credo che abbiamo al parlamento siciliano una buona legge, non la cambierò e sarà il parlamento siciliano a decidere se apportare degli ulteriori contributi”. Lo ha detto Mariella Lo Bello, assessore Regionale alla Formazione Professionale riferendosi alla formazione. ”Con questa legge – ha continuato – finalmente domanda e offerta di lavoro in Sicilia possono trovare un posto dove incontrarsi, ma bisogna dare una risposta ai tanti formatori Sono cose diverse una cosa è la legge, un’altra è dare una risposta dal punto di vista dei salari. E anche in questo c’è una sorta di continuità, non partiamo da zero. Non diciamo, da oggi tutto sarà risolto, c’è, di fatto, una priorità che assolutamente assumo come impegno :non è possibile che in quell’Assessorato non ci siano le risorse umane, c’è la necessità di impegnarsi perché al più presto, arrivino le persone che possano materialmente fare, tutto il lavoro che serve. E del resto l’incontro con le organizzazioni sindacali, ha proprio sottolineato questo tipo di necessità per cominciare a dialogare. Dialogo che comincerà il prossimo venerdì”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti