Mahmood: cercano di mettermi un simbolo politico, ma io sfuggo

Loading the player...
22 marzo 2019

“Hanno cercato in tutti i modi di mettermi un simbolo politico, ma io me lo sono tolto. Se mi devo fare portavoce di qualcosa o di qualcuno, al massimo mi faccio portavoce di giovani come me che cercano di aprirsi una strada per il futuro”. Lo ha detto Mahmood, vincitore del Festival di Sanremo, ospite a Rai Radio2, de La versione delle due con Andrea Delogu e Silvia Boschero.

“Mi piace che i ragazzi come me mi prendano come punto di riferimento perché anche io ho preso parecchie porte in faccia, da X Factor a Sanremo 2016, non è stato tutto in discesa. Continuare ad avere la forza di crederci, quindi se ci sono ragazzi che si buttano giù: raga impegnatevi sempre, la cosa che può aiutarvi è studiare. Io studio tecnica vocale, pianoforte. Le basi sono fondamentali”. “Io ascolto musica rap e trap, ma non riesco a trovarmi in un genere totalmente: faccio sempre un pò fatica a capire che genere faccio”.

Leggi anche:
Il ritorno di Zucchero: 10 live in esclusiva all'Arena di Verona

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti