A Mantova l’arte di Morandi si riscopre attraverso i film

Loading the player...
16 marzo 2017

Una mostra per riscoprire l’opera di Giorgio Morandi, uno dei maestri della pittura del Novecento, immergendosi nelle atmosfere e negli ambienti in cui la sua creatività è nata e si è sviluppata. Tutto visto attraverso gli occhi di un’altra artista, la britannica Tacita Dean.

L’esposizione “Semplice come tutta la mia vita” sarà in scena al Centro Internazionale d’Arte e di Cultura di Palazzo Te a Mantova, mette a confronto due film, “Day for Night” e “Still life”, che Dean ha realizzato nel 2009 nello studio bolognese del pittore, ricostruito a grandezza naturale in apertura del percorso espositivo a Palazzo Te, e una raccolta di cinquanta opere di Giorgio Morandi, dipinti, disegni, acquarelli e grafiche concessi da importanti musei e collezioni private, che illustrano la sua ricerca sulla natura morta. Stefano Baia Curioni, presidente del Centro di Palazzo Te. “Io non sono uno storico dell’arte ma posso raccontare cosa ho imparato guardando Morandi, guardando questa mostra: questo esercizio di attenzione alle cose che sembrano uguali nel quotidiano ma in realtà si possono rinnovare”. “Morandi è come se ci stesse dicendo che dietro le cose c’è un mistero che può essere scoperto ogni giorno”. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 4 giugno.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Aleppo, al via il restauro della moschea degli Omayyadi


Commenti