Manuel Bortuzzo: “Tra 10 anni mi vedo in piedi”

Manuel Bortuzzo: “Tra 10 anni mi vedo in piedi”
Manuel Bortuzzo
13 marzo 2019

“Tra dieci anni mi vedo in piedi”. E’ l’auspicio di Manuel Bortuzzo. il giovane nuotatore azzurro che ha cominciato oggi riabilitazione alla Fondazione Santa Lucia dopo la disavventura del 3 febbraio scorso, quando fu ferito da un colpo di pistola nel quartiere Axa di Roma. “ggi le mie giornate cominciano molto presto, troppo presto ú scherza ú Sto sempre in palestra . Il pranzo lo mangio sempre freddo perché mi alleno tanto”. Pochi momenti di sconforto, i social lo tirano su.

“Come mi vedo fra 10 anni ? Spero in piedi – dice – Per guardare avanti non bisogna guardare indietro, la mia vita è sempre la stessa. C`è un problema logistico ma sono quello di sempre. Potevo battere la testa e non essere più me stesso. Il mio primo sogno ovviamente è tornare a camminare, non mi arrendo”. La visita di bebe Vio la sorpresa più bella, le giornate in piscina danno forza perché danno obiettivi. “Io penso sempre positivo, sono contento perché penso a quello che farò il giorno dopo”. Non ci sono parole di rabbia, nemmeno per i due che hanno sparato al giovane nuotatore: “Non penso a loro, avranno le loro conseguenze, ma a quelli come loro che sono ancora fuori. Speranza? Certo che ne ho, nella mia testa c’e’ sempre speranza. Il mio obiettivo era partecipare all’Olimpiadi e non è cambiato: se tutto andrà bene ci andrò”.

Leggi anche:
De Rossi-Boca quasi fatta, Parma prende Karamoh

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti