Marefestival, Facchinetti in…canta Salina

Marefestival, Facchinetti in…canta Salina
Roby Facchinetti
15 luglio 2019

Il musicista e storico tastierista dei Pooh Roby Facchinetti, grande protagonista sul palco di Marefestival nella piazza di Santa Marina Salina gremita di gente: dopo aver interpretato alcuni indimenticabili brani come “Noi due nel mondo e nell’anima” e “Uomini soli”, canzone vincitrice a Sanremo, ha raccontato la sua carriera intervistato dal direttore artistico Massimiliano Cavaleri e dalla conduttrice Marika Micalizzi, prima di essere insignito del Premio Troisi.

“Ho vissuto una vita per la musica e con la musica, fin da bambino; poi 50 anni coi Pooh, una storia bellissima e ricchissima di emozioni, uno dei gruppi più longevi della storia perché alla base di tutto c’era rispetto e condivisione; l’idea di uno diventava di tutti. Oggi sono un cantautore solista, ma soprattutto un padre e nonno felice con sei nipoti e una famiglia straordinaria”. La seconda serata di Marefestival ha dato spazio al cinema con un doppio riconoscimento a Giorgio Tirabassi che oltre al Troisi ha vinto il Premio CRAL Provincia di Messina. Nell’intervista fotografica Tirabassi ha voluto ricordare il giudice Borsellino, che interpretò in una fiction di successo su Canale 5 di alcuni anni fa: “Per preparare quel ruolo, ho avuto il privilegio di conoscere tutti i componenti della famiglia del magistrato, capire i sentimenti forti, le emozioni, le idee che stavano alla base di un uomo che ha cambiato la storia della Sicilia e dell’intero Paese”.

Poi l’omaggio al collega Ennio Fantastichini al suo fianco nella parte di Giovanni Falcone. Spazio alla moda legata al grande schermo con la Targa Argento a Tinarena Fashion Atelier, che ha presentato alcuni capi indossati dall’attrice Ieva Lykos sul red carpet dell’ultimo Festival di Cannes. Targa all’attrice Barbara Bacci che ha parlato della sua prima vita da ballerina, poi dell’amore per il Canada, in cui ha vissuto 23 anni e il ritorno in Italia per diventare attrice di fiction e film, tra cui il più recente “Qui non si muore” di Roberto Gasparro. Targhe al documentario “Tartanet: una rete per le isole Eolie” di Stefano Salvatori, alla presenza della biologa Monica Blasi che ha parlato della salvaguardia del patrimonio di flora e fauna marina dell’isola di Filicudi attraverso l’attività della sua associazione e al corto “Una signorina con sesamo” del regista Giuseppe Moschella con Emanuela Mulè e Mario Pupella, alla presenza di alcuni attori del cast della pellicola, che parla della periferie di Palermo, tra disoccupazione e integrazione.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti