Marquez vince a Jerez e va in vetta. Dovizioso: “Pedrosa più colpevole”

Marquez vince a Jerez e va in vetta. Dovizioso: “Pedrosa più colpevole”
Marc Marquez
6 maggio 2018

Marc Marquez ha vinto il Gp di Spagna, quarto appuntamento del motomondiale nella classe regina. Lo spagnolo della Honda ha preceduto il francese Johann Zarco su Yamaha e Andrea Iannone con la Suzuki. Quarto Danilo Petrucci con la Ducati non ufficiale, davanti a Valentino Rossi, quinto con la Yamaha. A decidere il Gran Premio quanto accade a otto giri dalla fine. Dopo che lo aveva già attaccato senza successo, Dovizioso entra deciso su Lorenzo e va lungo, il maiorchino gli sfila alle spalle e chiude verso la corda mentre si sta infilando Pedrosa.
Capitombolo per tutti. Pedrosa, Lorenzo e Dovizioso, in lotta alle spalle di Marquez, riescono ad eliminarsi in un colpo solo alla dry sack in una staccata fatale. Ringrazia Marquez che si invola verso la vittoria finale. In classifica Marc Marquez sorpassa Dovizioso e si porta in testa al mondiale.

MARQUEZ “Sono molto contento, è grandioso, e dire che non ero convintissimo di vincere prima del GP. Oggi sono stato attento e ho spinto sapendo che Dani era forse più forte di me”. Marc Marquez commenta così il successo di Jerez, nel Gp di Spagna che gli permette di salire in testa al mondiale. “Questa è una gara lunga in cui bisogna mantenere l’attenzione fino alla fine. Ci voleva un risultato così in Spagna, il weekend è stato duro, non avevo molto feeling con la moto. Non potevo andar via prima oggi, qui Pedrosa è sempre veloce. Oggi ho visto che si faceva fatica a passare Lorenzo, così quando l’ho passato ho provato ad allungare. La scivolata? Ho rischiato molto, ho visto che c’era ghiaia e ho chiuso quando era troppo tardi. Dai ho fatto un po’ di spettacolo alla Marquez!”.

DOVIZIOSO “Non ci voleva, avevamo fatto tutto perfetto, stavamo recuperando con calma e metodo e il secondo posto era a portata di mano e andare a casa con zero punti quando i 20 erano nostri ti fa arrabbiare”. Andrea Dovizioso commenta così la caduta a otto giri dalla fine che gli ha fatto perdere gara e leadership del mondiale. “Mi girano perché in un mondiale così non puoi permettertelo anche se va detto che se vai così forte a Jerez significa che hai fatto davvero un lavoro esagerato”. Per Dovizioso “Dani è entrato molto veloce e lui ha la colpa più grossa perché arrivando da dietro puoi gestire la situazione e vedi chi c’è davanti; Jorge invece era largo ed è rientrato, non ha visto Dani ma non si è nemmeno preoccupato. Mi scoccia, sono situazioni che possono accadere, ma do meno colpa a Jorge, anche se lui vuole che nella tabella gli dicano chi c’è dietro ed è un errore. Rivalità con lui? C’è e ci deve essere come con tutti, ma non ho problemi con lui, a parte certe dichiarazioni che ha sempre fatto: Jorge è una brava persona, è normale che lui voglia arrivare davanti e io pure, ci siamo parlati e spiegati”.

Leggi anche:
Campionati del mondo di scherma, oggi le qualificazioni
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti