Maxi blitz contro sfruttamento immigrazione clandestina

Loading the player...
18 marzo 2019

Migranti fatti arrivare in Italia con la promessa di un permesso di soggiorno e poi costretti a lavorare nei campi per pochi euro all’ora, a volte gratis, trattati come schiavi. Nel Salernitano un’operazione dei carabinieri del Comando Provinciale di Salerno ha portato all’arresto di 35 persone con l’accusa a vario titolo di associazione per delinquere finalizzata al favoreggiamento e sfruttamento dell’immigrazione clandestina, riduzione in schiavitù, tratta di persone e altro, con l’aggravante del reato transnazionale. A spiegare come la banda aggirava la legge, il procuratore di Salerno Luca Masini.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Tunisia, l'ex presidinte Ben Ali sepolto a Medina


Commenti