Mef, pagati ai creditori 26 miliardi

21 luglio 2014

Nel biennio 2013-2014 i decreti legge 35/2013 e 102/2013 e infine la legge di stabilita’ per il 2014 hanno stanziato complessivamente 47,5 miliardi di euro per smaltire i debiti arretrati delle pubbliche amministrazioni. Del totale delle risorse stanziate, il 91% e’ gia’ stato ripartito tra le amministrazioni debitrici (43,2 miliardi), il 63% e’ stato materialmente erogato alle amministrazioni che ne hanno fatto richiesta (30,1 miliardi), e piu’ della meta’ e’ stato effettivamente pagato ai creditori: 26,1 miliardi pari al 55% delle risorse stanziate e all’87% delle risorse erogate. Lo rende noto il Tesoro, aggiungendo che e’ cominciata la fase di attuazione del recente decreto legge 66/2014, che assegna 9,3 miliardi di risorse aggiuntive. Lo stesso ministero dell’Economia evidenzia che ”il governo e’ impegnato a smaltire integralmente il debito accumulato negli anni passati entro la fine del 2014, a impedire che si formino nuovi stock di debito e in generale, a fare in modo che le pubbliche amministrazioni paghino i creditori nei tempi stabiliti dalla direttiva europea”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Gualtieri debutta in Europa da ministro: "Sì a regole ma flessibilità". Ma Dombrovskis avverte...


Commenti