Military wives, dal regista di Full Monty donne unite per sopravvivere

Military wives, dal regista di Full Monty donne unite per sopravvivere
21 ottobre 2019

E` ispirato ad una storia vera “Military wives”, il film di Peter Cattaneo presentato alla Festa di Roma nella Selezione Ufficiale. A più di vent`anni da “Full Monty” il regista torna a girare un film su un gruppo di persone che si uniscono per superare le difficoltà della loro vita: questa volta, però, sono delle donne, e in particolare delle mogli di soldati britannici partiti per la guerra in Afghanistan. Tutte vivono in una base militare con l`ansia di qualche terribile notizia, ma si riuniscono per condividere momenti di leggerezza. Kate, la moglie di un ufficiale interpretata da Kristin Scott Thomas, ad un certo punto riesce a convincere le altre a formare un coro, sotto la sua guida sua e quella della “rivale”, interpretata da Sharon Horgan. Il tono del film è sempre lieve e divertente, anche se non mancano accenti drammatici.

Di cori come questi oggi ce ne sono molti in Inghilterra, e il regista ha avuto l`idea quando per il film dopo aver visto un documentario su uno di questi, nel nord dell`Inghilterra. “Le ho incontrate e la prima cosa che mi hanno chiesto è stata di non mostrarle come mogliettine noiose che stanno a casa ad aspettare: fanno una vita dura ma hanno un gran senso dell`umorismo” ha rivelato il regista. Cattaneo ha confessato di non aver mai visto su un set uno spirito di gruppo come quello che c`era fra queste attrici, ma rifugge qualsiasi paragone con “Full Monty“: “Io volevo girare questa storia, anche se so che mi avrebbero detto che c`erano somiglianze con quel film. – ha detto – Pazienza, io volevo farlo”. Il tono di commedia di “Military wives” ricorda però molto quello del film con Robert Carlyle: “Mi piace la profondità ma tutti nei momenti peggiori hanno bisogno di ridere. – ha affermato – Non volevo fare un film sentimentale ma volevo sentire la forza e l`energia di queste donne”.

Leggi anche:
"Tutto l'amore che conta davvero" cofanetto tributo a Mango
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti