“Minaccia alla sicurezza”, Al Bano sulla lista nera dall’Ucraina

“Minaccia alla sicurezza”, Al Bano sulla lista nera dall’Ucraina
Al Bano Carrisi
12 marzo 2019

Il nuovo pericolo per Kiev si chiama Al Bano. Il ministero della Cultura dell’Ucraina ha aggiunto il suo nome all’elenco delle persone che rappresentano una minaccia per la sicurezza nazionale ucraina. Ed è probabilmente la sua “vicinanza” a Mosca a non piacere all’ex paese sovietico. Va ricordato che nel 2017 il Leone di Cellino San Marco era volato a Budapest per esibirsi in un concerto molto speciale, alla presenza di diversi capi di Stato, tra cui Vladimir Putin, con cui ha brindato dopo il concerto in compagnia della sua compagna Loredana Lecciso.

Una liaison ritenuta pericolosa, quindi, quella tra il capo del Cremlino e Albano, il quale in merito a Putin nel 2018 in un’intervista al Corriere della Sera ha dichiarato: “Lo sostengo da tempi non sospetti. È un grande. Ha un senso religioso della vita. Ha il pugno di ferro e non ci vedo nulla di male. Ormai lo usano molti, a partire da Trump ma anche da noi. Capisco che nei casi di mors tua vita mea ci voglia anche quello”. Il suo ricongiungimento artistico con Romina Power, per esempio, avviene proprio con 3 concerti a Mosca nell’ottobre 2013, da qui prenderà il via l’anno successivo l'”Al Bano & Romina Power Reunion Tour 2014″. Secondo l’elenco aggiornato del Ministero della Cultura del 6 marzo, pubblicato sul sito web del dipartimento, il cantante italiano, al secolo Albano Carrisi, rientra nell’elenco di persone che rappresentano una minaccia per la sicurezza nazionale. Al momento, 147 persone sono iscritte nella lista.

Leggi anche:
Emanuele Filiberto: reali stanno tornando. Ma è spot per serie tv
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti