E’ morto Karl Lagerfeld, il direttore creativo di Chanel aveva 85 anni

Loading the player...
19 febbraio 2019

E’ morto Karl Lagerfeld. Lo stilista s’è spento all’Ospedale americano di Neuilly-sur-Seine, alle porte di Parigi, dove era ricoverato da ieri. Aveva 85 annni. Lo stato di salute del grande creatore di moda, direttore creativo del brand Chanel, preoccupava da varie settimane. Il 22 gennaio, per la prima volta nella sua carriera, il Kaiser “stanco” non era apparso alla sfilata primavera-estate 2019 di Chanel. Al momento la causa della morte non è stata resa nota. Lagerfeld era nato ad Amburgo il 10 settembre 1933. La notizia della morte di Lagerfeld è stata poi confermata da Chanel, la casa di moda di cui era direttore artistico da 36 anni.

Solo la scorsa settimana la sua linea personale Karl Lagerfeld aveva annunciato nuove collaborazione di design. Lagerfel dirigeva tre brand: Chanel, l’italiano Fendi e la linea che portava il suo nome. Con la sua coda di cavallo bianca, i suoi occhiali scuri e le sue camicie inamidate a collo alto, il creatore tedesco, grande amico e rivale di Yves Saint Laurent, era una figura molto riconoscibile. Tra i primi a rendergli omaggio dopo la notizia della morte il ministro degli Interni francese Christophe Castaner che ha parlato alla radio di “personalità immensa, fuori dall’ordinario”. Bernard Arnault, il numero uno del colosso della moda LVMH, che annovera Fendi tra i suoi marchi, si è detto “infinitamente rattristato” della morte di Lagerfeld, “amico molto caro e “genio creativo”.

Leggi anche:
I noodles con manzo e verdure

CHI ERA

Karl Lagerfeld: 85 anni, malato da tempo, già nelle sfilate parigine di gennaio di haute couture non era uscito a ricevere gli applausi. Direttore creativo di Fendi e di Chanel (dal 1983) è stato sarto, stilista e fotografo. Nacque come figlio unico di Christian ed Elisabeth Lagerfeld. La famiglia di suo padre era proprietaria di una banca d’affari svedese che fece fortuna introducendo il latte condensato in Germania. La madre, invece, era tedesca. Era il capo esecutivo dei disegnatori della Maison Chanel. Ricopriva da diversi anni il ruolo di direttore creativo della Maison Fendi. Lagerfeld era nato il 10 settembre 1933 ad Amburgo, ma la sua data di nascita esatta rimane un mistero che si è sempre rifiutato di confermare. Il suo nome era da sempre associato alla sperimentazione e all’indipendenza di un creatore che si è sempre contraddistinto per la collaborazione con una varietà di etichette di moda, senza mai limitarsi.

Lagerfeld è riuscito, nella sua lunga carriera, a fare del suo nome una griffe indipendente che ha collaborato con varie maison della moda, non solo Fendi e Chanel, ma anche Chloé. Ha avuto una sua etichetta e nonostante il successo non ha disdegnato le collaborazioni con i colossi del low cost: per H&M ha firmato nel 2001 una collezione a edizione limitata andata a ruba in due giorni. Dal 2010 ha firmato per quattro stagioni le collezioni di Hogan, per cui ha ripensato i modelli classici del brand, sneakers e ballerine. Nel 2006 ha lanciato una collezione casual uomo-donna, K Karl Lagerfeld, che includeva T-shirt e blue jeans. Ha vestito pop star come Madonna e Kylie Minogue e lavorato con le più belle modelle. Claudia Schiffer la sua preferita, Kaia Gerber l’ultima musa. Collaboratore di diverse case di moda, ha spesso scattato personalmente le fotografie utilizzate nelle campagne pubblicitarie dei prodotti da lui curati. Icona del mondo del fashion e celebre anche per il suo abbigliamento e per gli occhiali neri.

Leggi anche:
Cristiano Ronaldo torna ad allenarsi col Portogallo
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti