E’ morto Mattia Torre, autore della serie tv Boris

E’ morto Mattia Torre, autore della serie tv Boris
Mattia Torre
20 luglio 2019

E’ morto all’età di 47 anni lo sceneggiatore e regista Mattia Torre. Sceneggiatore, commediografo e regista italiano, ha scritto, insieme a Luca Vendruscolo e Giacomo Ciarrapico la serie cult Boris che nel 2008 ha vinto il premio Saint-Vincent per la fiction e la Telegrolla d’oro per il miglior soggetto. Nella serie si raccontavano le esilaranti avventure di un gruppo di lavoro intorno ad una soap opera, Gli occhi del cuore.

Nella sua carriera Torre, che era malato da tempo, aveva anche scritto le sceneggiature per diversi spettacoli teatrali di successo, tra cui 456 e Migliore, quest`ultimo con protagonista Valerio Mastandrea. Sempre Mastandrea era stato il protagonista di La linea verticale, serie tv andata in onda nel 2018 su Rai 3 e tratta da un omonimo libro autobiografico di Torre in cui lo scrittore raccontava la sua esperienza con un tumore. Mastandrea aveva più volte interpretato testi di Torre, l`ultima volta un mese fa a Propaganda Live.

Torre si forma nell’ambiente teatrale capitolino, dove conosce il regista e sceneggiatore Giacomo Ciarrapico. Insieme a lui, nei primi anni novanta, è autore di commedie teatrali come L’ufficio, Io non c’entro, Tutto a posto e Piccole anime. La versione cinematografica di quest’ultima opera, nel cui cast compare lo stesso Torre, viene distribuita in sala nel 1998. Dal 2004 al 2011 scrive il programma televisivo Parla con me, ideato da Serena Dandini. Nel 2006, dopo l’esperienza di Migliore, scrive un episodio de I Cesaroni. Dal 2007 al 2010, con Luca Vendruscolo e Giacomo Ciarrapico, scrive infine la serie TV Boris e, in seguito, sempre con Vendruscolo e Ciarrapico, scrive e dirige il lungometraggio omonimo tratto dalla serie, che viene distribuito al cinema nel 2011.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti