E’ morto Peter Stringfellow, il re dei night club

E’ morto Peter Stringfellow, il re dei night club
Peter Stringfellow e la moglie Bella
7 giugno 2018

Peter Stringfellow, considerato il re dei night club è morto all’età di 77 anni dopo una lunga lotta contro il cancro, battaglia che aveva sempre voluto mantenere segreta. “È una notizia molto triste – ha detto il suo portavoce annunciando la notizia – È morto nelle prime ore di questa mattina. Lo Stringfellows club di Covent Garden continuerà regolarmente la sua attività”.

Lascia la moglie, Bella e quattro figli. Stringfellow è stata una figura controversa, criticato da figure di spicco come la poetessa Sabrina Mahfouz che condannò il suo atteggiamento nei confronti delle donne, ma anche amato da persone come Boy George che presentò lui e la mamma a Lady Diana, oppure The Beatles, The Kinks e Jimi Hendrix tutti frequentatori dei suoi locali. Il suo omonimo club nel West End di Londra divenne una calamita per le celebrità e molte altre sedi furono aperte in tutto il mondo: New York, Los Angeles e ancora altre città. Figlio di un lavoratore dell’acciaio a Sheffield, primo di quattro figli, Stringfellow lasciò la scuola a quindici anni, si imbarcò a diciassette e iniziò a lavorare nel mondo dei night club nei primi anni ’60. Inizialmente organizzava normali serate musicali nella sua città natale. Nel 1980 ha aperto Stringfellows a Covent Garden, primo club per gentiluomini al mondo.

Leggi anche:
Uomo con taniche benzina a cattedrale NY, arrestato

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti