Musk rivela nuovi piani per colonizzare Marte entro 2022

Musk rivela nuovi piani per colonizzare Marte entro 2022
29 settembre 2017

Il miliardario Elon Musk rivela nuovi dettagli del suo ambizioso piano per colonizzare Marte. Dopo vari stop and go, annunci e smentite, Musk, davanti a una platea di esperti ad Adelaide in Australia, rivela che entro 5 anni e cioe’ entro il 2022, sara’ in grado di lanciare, con un nuovo razzo speciale, due navicelle senza uomini, a cui seguiranno, a partire dal 2024, altre navicelle, dotate di equipaggi e attrezzature. A realizzare il progetto sara’ SpaceX, una societa’ creata da Musk nel 2002 per costruire, il piu’ possibile a basso costo, razzi e vettori di grandi dimensioni riutilizzabili. La missione su Marte, spiega Musk, consistera’ nel realizzare, tramite SpaceX, un sistema di trasporto di razzi interplanetari, denominato Bfr (Big Fucking Rocket, cioe’ Grande Razzo Fottuto). Il nuovo sistema, molto ridimensionato rispetto a quelli inizialmente progettati, e’ fattibile. Secondo Musk, “la cosa piu’ importante e’ che penso di aver ipotizzato il modo di finanziare il Bfr”. “Sara’ un veicolo piu’ piccolo – dice – sempre abbastanza grande ma in grado di fare tutto quello che serve nell’attivita’ orbitale”.

Leggi anche:
Dal joystick alla realtà aumentata: il nuovo modo di divertirsi in rete

Musk rivela poi che SpaceX sara’ in grado di costruire la prima navicella entro 6-9 mesi e “ritengo che possa completare il lancio in 5 anni”. Almeno due navicelle sbarcheranno su Marte entro il 2022, senza uomini, con la missione prioritaria di trovare le migliori fonti di acqua. Poi, dal 2024, sara’ possibile inviare degli shuttle dotati di equipaggi. Il compito di chi atterrera’ sara’ quello di installare infrastrutture minerarie e basi abitate permanenti, in vista delle future missioni. La colonizzazione di Marte, secondo Musk, verra’ finanziata da altre attivita’, che prevedono il lancio di satelliti, stazioni spaziali e missioni sulla luna, da realizzare coi razzi e le navicelle progettate da SpaceX. Musk ipotizza, tra l’altro la possibilita’ di trasportare, grazie ai razzi, degli shuttle in grado di collegare tra loro le principali citta’ del nostro Pianeta in meno di mezzora. Un viaggio da Bangkok a Dubai, per esempio, durera’ 27 minuti e un viaggio da Tokyo a Delhi 30 minuti. “Una volta che sei fuori dall’atmosfera – spiega Musk – viaggiare e’ dolce come la seta, niente turbolenze, niente… Puoi coprire le distanze piu’ lunghe in meno di mezzora. Se costruiamo tutto questo per andare su Marte, o sulla Luna, perche’ non utilizzarlo anche per i viaggi sulla Terra”.

Leggi anche:
Arrivano i computer del futuro, mini e superveloci



Commenti