Il Napoli affonda in Ucraina, Sarri: “Approccio sbagliato”

Il Napoli affonda in Ucraina, Sarri: “Approccio sbagliato”
L'allenatore del Napoli, Maurizio Sarri
14 settembre 2017

Comincia in salita la strada del Napoli in Champions League. La squadra di Sarri è battuta 2-1 in Ucraina dallo Shakhtar ed ora chiude il girone a zero punti assieme al Feyenoord battuto in casa dal Manchester City. Troppo molle la formazione azzurra che si è svegliata solo nella ripresa con l’ingresso di Mertens ed Allan in campo. Troppo poco da Hamsik e Insigne. Reina complice sul gol del momentaneo 2-0 degli Ucraini. Shakhtar in vantaggio al 15′: Taison sfrutta un rimpallo favorevole con Zielinski, poi è bravo a infilare Reina di sinistro. Il raddoppio al 58′. Cross perfetto di Stepanenko, Reina sbaglia l’uscita e Ferreyra di testa non perdona. Al 72′ Mertens si procura un rigore. Milik spiazza Pyatov, palla a sinistra e portiere a destra. “È la terza partita di fila in cui sbagliamo approccio. In campionato siamo riusciti a rimediare ma qui, a questi livelli, dopo 20 minuti così scadenti in avvio era davvero difficile invertire la rotta. Non abbiamo pressato bene in zona d’attacco e di conseguenza abbiamo perso le distanze, reagendo poi soltanto di nervi – le prime parole di Sarri nel post partita -. È mancata anche determinazione, non credo invece che ci sia stato un problema fisico, piuttosto mentale perché il playoff ci ha tolto tante energie da questo punto di vista”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
Danimarca-Australia 1-1, ad Eriksen risponde Jedinak

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti