Il Napoli affonda in Ucraina, Sarri: “Approccio sbagliato”

Il Napoli affonda in Ucraina, Sarri: “Approccio sbagliato”
14 settembre 2017

Comincia in salita la strada del Napoli in Champions League. La squadra di Sarri è battuta 2-1 in Ucraina dallo Shakhtar ed ora chiude il girone a zero punti assieme al Feyenoord battuto in casa dal Manchester City. Troppo molle la formazione azzurra che si è svegliata solo nella ripresa con l’ingresso di Mertens ed Allan in campo. Troppo poco da Hamsik e Insigne. Reina complice sul gol del momentaneo 2-0 degli Ucraini. Shakhtar in vantaggio al 15′: Taison sfrutta un rimpallo favorevole con Zielinski, poi è bravo a infilare Reina di sinistro. Il raddoppio al 58′. Cross perfetto di Stepanenko, Reina sbaglia l’uscita e Ferreyra di testa non perdona. Al 72′ Mertens si procura un rigore. Milik spiazza Pyatov, palla a sinistra e portiere a destra. “È la terza partita di fila in cui sbagliamo approccio. In campionato siamo riusciti a rimediare ma qui, a questi livelli, dopo 20 minuti così scadenti in avvio era davvero difficile invertire la rotta. Non abbiamo pressato bene in zona d’attacco e di conseguenza abbiamo perso le distanze, reagendo poi soltanto di nervi – le prime parole di Sarri nel post partita -. È mancata anche determinazione, non credo invece che ci sia stato un problema fisico, piuttosto mentale perché il playoff ci ha tolto tante energie da questo punto di vista”.

Leggi anche:
Calcio: Sassuolo-Bologna 0-1, decide Okwonkwo


Commenti