Nomine Bankitalia sul tavolo del Cdm, malumori su nome Perrazzelli

Nomine Bankitalia sul tavolo del Cdm, malumori su nome Perrazzelli
Alessandra Perrazzelli
27 aprile 2019

Nel Consiglio dei ministri di martedì prossimo si potrebbe sbloccare la vicenda delle nomine in Banca d’Italia, evitando così anche lo stop dei lavori del direttorio di Palazzo Koch. Anche se l’ordine del giorno del vertice serale non è stato ancora reso noto, il governo potrebbe dare il suo parere sulle proposte avanzate dal consiglio superiore di via Nazionale a fine marzo. Sul tavolo ci sono i nomi di Fabio Panetta quale nuovo direttore generale, al posto dell’uscente – il 9 maggio – Salvatore Rossi. Ci sono poi Daniele Franco e Luigi Federico Signorini designati vice dg, assieme ad Alessandra Perrazzelli.

Il nodo, che ha visto nei giorni scorsi crescere i malumori all’interno della maggioranza di governo, è sul nome di quest’ultima, che viene ritenuta dalla Lega troppo vicina agli ambienti del Partito democratico in Lombardia. Un punto di vista che ha trovato man mano la condivisione degli alleati di governo pentastellati e che potrebbe frenare nuovamente il parere sui nomi. Una via d’uscita potrebbe essere quella che il Consiglio dei ministri di martedì dia un via libera parziale alle nomine di Panetta, Franco e Signorini, così da permettere al direttorio di lavorare, mentre venga espressa riserva nel dare l’ok a Perrazzelli, oggi vicepresidente di A2A. Sulla questione, dalla Banca d’Italia ricordano come la nomina di Alessandra Perrazzelli sia stata realizzata “sulla base di comprovati requisiti di competenza, professionalità e integrità della persona”. Insomma, un profilo che secondo gli ambienti di via Nazionale, è di tutto rispetto.

Leggi anche:
Schiaffo di Google a Huawei, stop a aggiornamenti del sistema Android
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti