Ornella Muti premiata a Capri: “L’amore lasciamolo perdere”

Loading the player...
16 luglio 2018

Ornella Muti, uno dei miti del cinema italiano, è stata premiata al grand Hotel Quisisana, insieme a molti altri personaggi del cinema, dello spettacolo, della cultura e dello sport, nell’ambito della manifestazione “Eccellenze a Capri”. Nella recente fiction “Sirene” interpretava la regina delle sirene: “Quando mi hanno proposto di fare la regina delle sirene ho detto ‘se non lo faccio io mi suicido'”, ha scherzato.

Ornella ha ricordato di quando ha girato sull’isola con Ugo Tognazzi il film “Primo amore” (1978) di Dino Risi. “Nessuna avventura caprese – ha spiegato – ma ho girato qui il film con Ugo Tognazzi, ho fatto finta. Ma l’amore lasciamolo perdere!”. E poi, con accanto il chirurgo plastico Silvio Smeraglia, si è intrattenuta con i giornalisti a margine dell’evento: “Capri intanto, perché io sono mezza napoletana, e Capri perché è una delle isole più belle al mondo. Io poi sono italiana, ne vado fiera moltissimo. Capri è un posto meraviglioso, ci sono stata tante volte, negli anni è molto cambiata”.

“Dico è molto cambiata nel senso che io sono venuta, ci ho lavorato anche con Tognazzi, i tempi sono passati e le cose sono molto cambiate, ma l’isola è sempre bellissima ed è sempre un piacere tornarci”, ha aggiunto. Progetti futuri? “Beh intanto ora esce il film di Paolo Virzì. Sto facendo la Governante con Guglielmo Ferro in teatro, abbiamo fatto una piccola tournée a Catania. Carinissimo che sta uscendo ‘Wine to love’ di Domenico Fortunato e poi ho teatro tutta la stagione invernale e altri progetti però chissà – ha scherzato – Magari non ci arriviamo con questo caldo!”.

Leggi anche:
Sei nuovi titoli in sala a cavallo di Ferragosto

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti

E' stato costruito tra il 1963-1967

Tragedia a Genova, crolla il Ponte Morandi: decine vittime, si indaga per omicidio. I tecnici: “E’ stato progettato male”. Società Autostrade: “Non ci risulta che fosse pericoloso e che andava chiuso”

Si schiantano al suolo una trentina di auto e tre tir, decine i feriti. Il viadotto dell'autostrada A10 è nevralgico per il traffico della città ligure e sulla cui sicurezza si discute da anni i video/fotogallery