A Palermo il 29-30 luglio la nona edizione del Teatro del Fuoco

A Palermo il 29-30 luglio la nona edizione del Teatro del Fuoco
18 luglio 2016

teatro fuocoSi svolgerà a Palermo, in Sicilia, venerdì 29 e sabato 30 luglio, la nona edizione del Teatro del Fuoco International Firedancing Festival 2016, fiore all’occhiello dell’offerta turistica-culturale delle Isole del Mediterraneo. Il Teatro del Fuoco, unico nel suo genere in Italia, è il festival internazionale di danzatori di fuoco, creato dalla giornalista palermitana Amelia Bucalo Triglia, citato dalla rivista americana Forbes come uno dei 12 festival più “cool” del mondo, quelli per cui vale la pena fare un viaggio. Il tema di questa edizione sarà “Identity”, la forza della diversità che coinvolge emotivamente. Palermo sarà luogo d’incontro di artisti internazionali provenienti da Israele, Gran Bretagna, Repubblica Slovacca, Italia, Polonia, Ungheria. Il festival, con il riconoscimento del Presidente della Repubblica Italiana, si svolge da nove anni l’ultima settimana di luglio tra le isole del Mediterraneo: si tratta di un progetto artistico multiculturale, nato per valorizzare il territorio attraverso l’arte del fuoco, con una varietà di canali espressivi potenti: musica, danza, acrobatica e mimo.

L’espressione del corpo in movimento, la sublimazione delle forme e delle suggestioni, sono strumenti propri del Teatro del Fuoco, che della luce e del fascino delle fiamme fa un’arte espressiva vitale. Dopo aver realizzato lo spettacolo del Tricolore per il Governo Italiano, in occasione delle celebrazioni dell’Unità d’Italia e delle Forze Armate, e il riconoscimento della rivista Forbes, il Teatro del Fuoco accenderà l’attenzione sul suggestivo percorso Patrimonio Unesco di Palermo con animazione spettacolare di mimo, danza, acrobatica, luce e fuoco. Il 31 luglio il Festival lascerà Palermo diretto ad accendere altri luoghi.

Leggi anche:
Franco Battiato: "La mia salute? Il peggio è passato"
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti