Il pane marocchino, buono anche a colazione con olio di mandorla o miele

12 agosto 2017

Il Batbout, o pane marocchino, è un pane lievitato ma schiacciato usato in Nord Africa per accompagnare piatti saporiti. La cucina marocchina, estremamente varia e ricca delle influenze di diverse culture, offre piatti che sono un mix di gusti e sapori speziati e che vengono accompagnati o da riso o da pane fresco. Uno dei tipi di pane utilizzati è, per l’appunto, il batbout detto anche makhmar: un pane leggero e sottile molto usato con il kebab o per essere farcito con ripieni di pesce o di carne. Spesso viene servito anche per la colazione arricchito con il miele o olio di mandorla. È molto semplice e veloce da fare in casa e la sua particolarità sta nella cottura in padella, che specie per i climi più torridi o nei mesi estivi evita l’accensione del forno.

Ingredienti

500 g farina – lievito – 3 cucchiaini sale – 50 g semola – sesamo

Procedimento

Fate sciogliere il lievito con dell’acqua. In una ciotola impastate la farina con 3 cucchiaini sale, aggiungete il lievito fatto sciogliere nell’acqua tiepida e impastate. Fate poi lievitare il pane per un’ora.

Passata l’ora di riposo impastate ancora brevemente e fate delle forme di pane di 20 cm circa di diametro e alte 2 o 3 cm. Fate ancora lievitare le forme, coperte, per 40 minuti. Inumidite il pane con acqua o olio e cospargetelo con del sesamo. Bucherellate la superficie del pane e infornate a forno preriscaldato a 190° per 30 minuti.

Leggi anche:
Stalking, Tribunale Milano affida indagato a criminologo


Commenti