Parmitano dall’Iss: i sogni dei bambini possono diventare realtà

Loading the player...
30 settembre 2019

L’astronauta italiano dell’Esa e colonnello pilota sperimentatore dell’Aeronautica militare, Luca Parmitano continua la Missione dell Esa “Beyond” e, assieme a un compagno di viaggio speciale, invita i più piccoli a inseguire le proprie passioni. Direttamente dalla Stazione Spaziale Internazionale, il colonnello Parmitano ha inviato un importante messaggio a bambini e ragazzi dedicando loro un video sull importanza di inseguire i propri sogni. Il progetto nasce da una idea dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi) con Playmobil in collaborazione con l’Esa con l’obiettivo di stimolare nei bambini e nei ragazzi l interesse per le attività spaziali e l’astronomia.

@Astro_Luca appare in compagnia di un membro dell equipaggio un po’ particolare, un pupazzetto che lo raffigura in tuta spaziale e che lo accompagna nei tanti esperimenti che si stanno compiendo a bordo. L’astronauta si diverte con il suo nuovo amico, per poi chiedersi: “Chissà se anche lui da bambino sognava di partecipare a una spedizione spaziale e oggi il suo sogno si è realizzato”. Quindi si rivolge ai più piccoli: “Anche voi – dice – se avete un sogno, un progetto, una passione, inseguitela con determinazione e impegno, perché, a volte, anche i sogni dei bambini possono diventare realtà”.

L’alter ego in miniatura di Luca Parmitano è stato realizzato in collaborazione tra Playmobil, Esa e Asi. In occasione della nomina dell’astronauta a Comandante della Stazione Spaziale Internazionale (primo italiano nella storia), il personaggio Playmobil sarà in edicola insieme a una speciale edizione della rivista “Playmobil Magazine” dal titolo “Avventura su Marte”, con contenuti creati in collaborazione con Esa e Asi per spiegare in maniera semplice la Missione dell’Esa “Beyond” e gli esperimenti compiuti a bordo.

Leggi anche:
"Se mi vuoi bene", Brizzi torna a commedia sentimentale con Bisio
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti