Patrick Stewart tornerà nei panni di Jean-Luc Picard in Star Trek

Loading the player...
6 agosto 2018

La notizia è ufficiale, l’attore britannico Patrick Stewart, 78 anni, tornerà nei panni di Jean-Luc Picard, il capitano della nave stellare Enterprise della serie televisiva “Star Trek: The next generation”, andata in onda dal 1987 al 1994. L’annuncio lo ha dato lo stesso attore durante un’apparizione a sorpresa all’annuale convention di Star Trek a Las Vegas.

Su Twitter Stewart ha poi commentato: ero sicuro che la mia avventura con Star Trek fosse arrivata al capolinea ed è quindi una inaspettata e piacevole sorpresa, quella di scoprirmi felice e rinvigorito di tornare a vestire i panni di Jean-Luc Picard ed esplorare nuovi aspetti del personaggio. Jean-Luc Picard ha comandato l’Enterprise per 178 episodi della serie Tv e 4 film, “alla scoperta di strani, nuovi mondi giungendo là dove nessuno è mai stato prima”. La serie Tv della Cbs, ispirata alle storie fantascientifiche inventate da Gene Roddenberry, era ambientata una settantina di anni dopo le avventure del capitano Kirk e di Spock.

Leggi anche:
Lina Wertmuller, "La signora con occhiali bianchi" compie 90 anni

In italia Picard, Ryker e Data vennero conosciuti nel 1991 e fecero la loro ultima comparsa nel 2002 con il film “La Nemesi”, in cui Picard si trovò a combattere incredibilmente contro un clone di se stesso. Oltre alla serie classica e a quella animata, dopo “The Next Generation” si sono succedute altre 4 serie e 3 film tra sequel e prequel fino all’ultima Discovery, in onda sui Netflix di cui sta per partire la seconda stagione. Ora la Cbs ha annunciato di voler espandere l’universo di Star Trek senza limiti, compresi storie nuove, reboot e serie animate. E il primo atto sarà proprio il ritorno di Picard. Al momento la serie che lo vedrà protagonista è ancora senza titolo e non ci sono dei copioni però, ha assicurato Stewart, sarà qualcosa di molto diverso dai prodotti precedenti anche se la passione sarà sempre la stessa.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti