Pd in piazza contro la manovra. E i militanti gridano: “Unità!”

Loading the player...
29 dicembre 2018

Al grido di “unità, unità”, intonando “Bella ciao” e “Fratelli d’Italia” diverse centinaia di militanti del Partito Democratico (Pd) si sono ritrovati in piazza Montecitorio per protestare contro la manovra in via di approvazione alla Camera con il voto di fiducia. Alla manifestazione si è unito anche un folto gruppo di parlamentari dem e alcuni militanti di +Europa. I manifestanti hanno innalzato numerosi cartelli con riferimenti al condono fiscale, ai tagli alla ricerca-cultura-editoria, alla maxistangata. Tutti con un punto in comune, la scritta alla base del cartello “#manovracontroilpopolo”, rifacendosi evidente alla “manovra per il popolo” annunciata dal governo Lega-M5S.

Leggi anche:
Una tomba per Cleopatra: Zawi Hawass e le nuove scoperte egizie

“Deride il principio della progressività dell’imposizione – ha spiegato un militante – cioè chi guadagna fino a 65.000 euro paga le tasse in modo forfettario al 15% e un lavoratore dipendente che guadagna 30.000 euro o un pensionato con 20.000 sono soggetti al regime di progressività. Un’ingiustizia di inaudita gravità”. “Mi preoccupa la quota 100 che secondo me non è una cosa giusta – ha detto un’altra manifestante – mi preoccupa per i miei figli, mi preoccupa il fatto che questa cosa possano pagarla i miei figli, che possano pagare un giorno questi debiti, il reddito di cittadinanza, i tagli all’istruzione i tagli alla ricerca, vorrei vedere un po’ al di là di maggio e vorrei avere una visione per loro più inclusiva, mi preoccupa questo clima e quindi sono qui. Io non sono un’elettrice del Pd, sono una persona di sinistra, scontenta di questo governo”.

Anche alcuni militanti di +Europa (Radicali Italiani, Forza Europa e centro Democratico) hanno partecipato alla protesta: “Secondo me – ha spiegato uno di loro – la narrazione della manovra che c’è stata sui media non ha messo abbastanza in evidenza quanto per i ragazzi, che sono la seconda fascia più a rischio in Italia dopo gli immigrati, sia una cosa devastante con le misure che contiene”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti