Pellegrini: “Budapest mi ha ripagato della delusione di Rio”

Pellegrini: “Budapest mi ha ripagato della delusione di Rio”
Federica Pellegrini
19 dicembre 2017

Un 2016 chiuso con l’amaro in bocca per il quarto posto per un decimo ai Giochi. Un 2017 concluso con l’oro sui 200 stile ai mondiali di Budapest. Federica Pellegrini li commenta così al Coni, per la cerimonia durante la quale ha ricevuto il Collare d`Oro per il trionfo sui 200 sl in Ungheria. “Non salire sul podio olimpico per un decimo era stato difficile e a un`Olimpiade fa più male – ha detto – perché so come mi ero preparata. La finale di quel giorno è andata bene ma non abbastanza. Ho provato una grande rabbia, avevo pensato di smettere di nuotare. L`orgoglio più grande della mia vita è quello di aver scelto di andare avanti”. Ma il suo 2017 è culminato con l’oro nei 200 stile libero ai Mondiali di Budapest. “Ho vinto l’ultimo oro nei 200 stile in vasca corta ai mondiali che era l’ultimo oro che mi mancava – ha spiegato la veneta – A Budapest ho avverato un sogno: è stato il mio ultimo 200 stile libero come lo volevo io, la gara della vita, la gara perfetta. Non capita a tutti gli atleti. È stato un anno faticoso ma ne è valsa la pena”. Ha commentato il suo secondo posto sui 1.500 agli Europei di vasca corta a Copenaghen, anche Gregorio Paltrinieri: “Perdere stimola a restare davanti ma sono sereno e convinto di cosa sto facendo”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
E. League: Toro affonda con i Wolves, Europa s'allontana

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti