Perdita 3,2 mld primo semestre

Perdita 3,2 mld primo semestre
11 agosto 2017

Mps ha chiuso il primo semestre con una perdita netta di 3,243 miliardi di euro a causa della contabilizzazione delle rettifiche non ricorrenti su crediti per 4 miliardi, solo in parte compensate dalla plusvalenza da cessione per 523 milioni e dal reassessment del Dta per altri 530 milioni. Il patrimonio netto, postricapitalizzazione, risulta pari a 11,3 miliardi e Cet1 AL 15,4%. In particolare, sulle rettifiche hanno pesato la cessione di crediti di circa 26 miliardi di euro e la svalutazione della partecipazione in Atlante per circa 30 milioni. Il margine d’interesse è stato pari a circa 903 milioni, in calo del 12,7%, mentre le commissioni nette sono state pari a circa 858 milioni di euro, in ribasso dell’8,8%. Altri ricavi della gestione finanziaria sono stati pari a 92 milioni, contro i 369 milioni di euro dello stesso periodo dello scorso anno. Gli oneri operativi si sono attestati a circa 1.267 milioni di euro, in lieve miglioramento rispetto ai primo sei mesi del 2016. Gli impieghi verso la clientela risulta al primo semestre di circa 89,7 miliardi di euro, in calo di 17 miliardi rispetto a fine dicembre scorso. La raccolta diretta è stata pari a 106,5 miliardi, in aumento di 2 miliardi da dicembre, mentre quella indiretta è stati pari a 96,6 miliardi, in calo dell’1,6% da inizio anno. I crediti deteriorati lordi sono risultati pari a 45,4 miliardi, in flessione sia nel semestre (-0,3 miliardi) che nel secondo trimestre (-0,5 miliardi). Il transitional common equity Tier 1 Ratio, includendo l’aumento di capitale, si è attestato al 15,4% (1,5% senza l’aumento di capitale).

Leggi anche:
Riparte la trattativa, al Mise il 31 ottobre


Commenti