Prevale abbonamento singolo online, news su smartphone

Prevale abbonamento singolo online, news su smartphone
25 giugno 2019

Poca propensione a sottoscrivere piu’ di un abbonamento per avere le notizie online, cresce l’uso di Whatsapp come mezzo per informarsi e un quarto degli italiani utilizza gli smartphone per ricevere notizie, con una fetta di notizie ancora appannaggio della tv. E’ il quadro che emerge dal Reuters Institute Digital News Report 2019, studio comparato dedicato al giornalismo online, realizzato annualmente dall’Istituto Reuters per lo studio del Giornalismo presentato oggi, con una particolare riflessione sull’Italia, durante il workshop ‘Le nuove frontiere del giornalismo digitale’, organizzato da Fieg e Google nell’ambito delle iniziative previste dall’Accordo strategico di collaborazione siglato nel giugno 2016.

Il Report realizza un’analisi delle strategie di business e delle tendenze di consumo dei prodotti editoriali registrate in 40 Paesi del mondo (tra cui: sviluppo di strategie di paywall e donation-based; incremento delle interazioni con le news apps; riduzione della condivisione di news sulle piattaforme social). Nonostante gli sforzi del settore, emerge un quadro che registra solo un piccolo aumento delle sottoscrizioni per le notizie online – sia per abbonamento, adesione o donazione.

La crescita e’ limitata a una manciata di paesi principalmente nella regione nordica (Norvegia 34%, Svezia 27%) mentre il numero di pagamenti negli Stati Uniti (16%) rimane stabile dopo un grande salto nel 2017 e in Germania e in Italia siamo attorno all’8 per cento. Il Report rileva come, anche nei paesi con livelli di pagamento piu’ elevati, la stragrande maggioranza ha “un solo” abbonamento online e in molti casi si preferisce spendere il proprio budget limitato per l’intrattenimento (Netflix/Spotify) piuttosto che per le notizie.

Anche in Italia la media e’ disponibile a pagare solo un abbonamento a notizie online. Le persone trascorrono meno tempo con Facebook e piu’ tempo con WhatsApp e Instagram rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso. Pochi utenti abbandonano completamente Facebook che rimane di gran lunga il piu’ importante social network per le notizie. Tuttavia WhatsApp e’ diventata una rete primaria per discutere e condividere notizie soprattutto in paesi non occidentali. In Italia Facebook e’ il primo social network con il 77% di adesioni e il 54% che lo utilizza per le news, seguito da Whatsapp con il 27% che lo utilizza per le news.

Leggi anche:
Celebrato primo matrimonio transgender, speranza per minoranze a Cuba

Nel nostro Paese le persone con piu’ di 55 anni prevalentemente ricevono le notizie dalla tv mentre i piu’ giovani on line anche se, a differenza della maggior parte degli altri Paesi dove quasi la totalita’ usa i social media) in Italia per il 22% i social media sono la fonte principale di notizie e per un 20% la tv. Indubbio l’utilizzo dello smartphone come mezzo di informazione: in Italia si e’ passati dal 35% del 2013 al 58% del 2018 e per un quarto delle persone e’ il mezzo piu’ importante per ricevere notizie.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti