Pubblica amministrazione, presto impronte digitali contro l’assenteismo

Pubblica amministrazione, presto impronte digitali contro l’assenteismo
10 gennaio 2019

“Fino ad ora il metodo usato per combattere l’assenteismo nella pubblica amministrazione e’ stato quello di applicare delle sanzioni dopo aver avuto la prova dell’assenza. Io, invece, voglio prevenire”. Lo ha detto Giulia Bongiorno, ministro per la Pubblica amministrazione, intervistata da Myrta Merlino a “L’aria che tira”, su La7.

“Si introdurra’ il sistema di rilevazione della presenza in ufficio attraverso le impronte digitali, perche’ l’impronta consente, senza possibilita’ di errore, di individuare chi entra e chi esce, ed e’ un deterrente straordinario per coloro che vogliono consumare reati”. “Bisogna dire le cose in modo chiaro – conclude Bongiorno – basta parlare di malcostume. Se qualcuno si assenta dal posto di lavoro e in modo fraudolento si inventa un modo per risultare presente siamo di fronte ad un reato, e’ una truffa aggravata”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Missione Sophia, le accuse di Berlino a Italia. Von der Leyen: "E' ora che a Bruxelles si chiariscano le regole"


Commenti