Pulitzer, premiato il fotografo italiano Tugnoli

Pulitzer, premiato il fotografo italiano Tugnoli
16 aprile 2019

C’e’ anche il fotografo italiano Lorenzo Tugnoli tra i vincitori del premio Pulitzer per i suoi scatti pubblicati sul Washington Post che hanno documentato la fame nello Yemen devastato dalla guerra. Classe 1979, il romagnolo Tugnoli, rappresentato dall’agenzia Contrasto, vive a Beirut, in Libano. Ha lavorato anche per il New York Times, il Wall Street Journal, Le Monde, Newsweek e Times Magazine. Con il Wp collabora regolarmente da un decennio. Il Pulitzer e’ stato inoltre assegnato al New York Times e al Wall Street Journal per le loro inchieste sul presidente Donald Trump. In particolare, il prestigioso riconoscimento e’ stato tributato al Wsj per la sua indagine sulla ricchezza dei Trump e al quotidiano della Grande Mela per la copertura della vicenda relativa ai soldi pagati dal miliardario durante le presidenziali del 2016 per comprare il silenzio di due donne che sostengono di aver avuto una relazione con lui. Al giornale della Florida, Sun Sentinel, e’ andato il Pulitzer per il ‘servzio pubblico’ durante la sparatoria nel liceo Marjory Stoneman Douglas di Parkland.

Lorenzo Tugnoli

L’amministratrice del Pulitzer, Dana Canedy, citando l’uccisione del giornalista saudita dissidente Jamal Khashoggi, ha reso omaggio ai premiati per aver sfidato il potere con la verita’. “Il lavoro vincente di quest’anno riflette ancora una volta la forte determinazione nel rispettare i principi di questa nobile professione”, ha detto. Tra gli altri incoronati, Wa Lone e Kyaw Soe Oo, due giornalisti della Reuters, incarcerati per oltre un anno nel Myanmar: hanno documentato la violazione dei diritti umani dei militari contro la minoranza musulmana dei Rohingya. Hanno condiviso il premio per il giornalismo internazionale con l’Ap. Nella sezione ‘breaking news’ il premio per la fotografia e’ andato alla Reuters che ha raccontato con le immagini l’odissea dei migranti che tentano dal Messico di oltrepassare la frontiera con gli Usa. Per la critica letteraria, il Pulitzer e’ stato assegnato a Carlos Lozada del Wp. Per il giornalismo investigativo ha trionfato il Los Angeles Times mentre per la cronaca locale ha vinto The Advocate di Baton Rouge, in Louisiana, per aver alzato il velo sulle discriminazioni contro gli afroamericani del sistema giudiziario.

Leggi anche:
L'Earth Day, il mondo si mobilita per l'ambiente
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti