Reddito di cittadinanza, partono le convocazioni. “Ma quante difficoltà”

Reddito di cittadinanza, partono le convocazioni. “Ma quante difficoltà”
2 settembre 2019

Comincia oggi, come stabilito a livello nazionale da Anpal in accordo con le regioni a giugno, la convocazione dei primi liguri che percepiscono il reddito di cittadinanza: verranno chiamati per la sottoscrizione del patto per il lavoro. Sono 2.200 i nominativi comunicati da ministero e Anpal con un primo invio di dati che, grazie all’impegno organizzativo di Regione Liguria, a luglio hanno frequentato i seminari collettivi (in gruppi da 10-15 persone) nel corso dei quali sono stati illustrati il percorso di politica attiva, le opportunita’ e gli obblighi previsti dalla legge. Ai primi di agosto e’ stato invece avviato il corso intensivo per i navigator previsto da Anpal Servizi che andra’ avanti ancora per altri due mesi: dalla prossima settimana comincera’ l’inserimento progressivo dei navigator nei 13 centri per l’impiego liguri in affiancamento on the job.

“Il percorso che abbiamo messo in opera a partire da giugno ha dovuto inizialmente ovviare all’incompletezza dei dati inviati da Anpal e ministero e alla mancanza di un quadro normativo definito- precisa l’assessore al lavoro Gianni Berrino- poiche’ mancavano il modello da adottare per il patto del lavoro e una specifica chiara ed esaustiva sui casi di esonero ed esclusione dal reddito di cittadinanza”. Nonostante cio’ “siamo riusciti a svolgere i seminari a luglio e questo e’ molto importante, perche’ oggi permette di convocare per la firma persone ben informate e consapevoli, che conoscono i loro diritti e i loro doveri, che hanno gia’ parlato con un operatore e sanno che servizi hanno a disposizione in Liguria”.

A giugno la piattaforma informatica prevista dal decreto sul reddito di cittadinanza non esisteva ancora: l’elenco dei beneficiari e’ stato dunque mandato in un file in formato csv in cui mancavano diverse informazioni per il contatto e la convocazione delle persone interessate. Per poter organizzare i seminari Regione Liguria, con i suoi centri per l’impiego e con l’assistenza tecnica di Anpal Servizi, ha prima implementato il file ricevuto dal ministero con le informazioni presenti nei propri sistemi informativi; successivamente ha avviato a partire dal mese di luglio le convocazioni della quasi totalita’ dei 2.200 percettori.

Leggi anche:
Spaziani Testa: "Così si rischia di dare un incentivo all’illegalità"

Di questi, piu’ della meta’ erano gia’ in carico ai centri per l’impiego. Nel frattempo e’ giunto un altro elenco di 1.800 persone (e altri ne arriveranno in seguito) per il quale si procedera’, in media entro la fine di settembre (a seconda della programmazione di ciascun centro per l’impiego), ad avviare lo stesso percorso. I percettori del reddito di cittadinanza che hanno fatto domanda e sono stati certificati dall’Inps sono circa 34.000. Ad oggi non e’ possibile stabilire quanti passeranno dai centri per l’impiego e quanti, almeno in prima battuta, verranno presi in carico dai servizi sociali.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti