Renato Zero festeggia i 69 anni con torta e auguri dei fan

Loading the player...
30 settembre 2019

Nel giorno del suo 69esimo compleanno Renato Zero ha presentato il suo nuovo disco “Zero il folle”, in uscita il 4 ottobre, a Roma in un Auditorium Parco della Musica aperto eccezionalmente anche a un gruppo di fan. Il pubblico gli ha cantato “tanti auguri”, poi è arrivata la torta con le 4 copertine dell’album e un mazzo di fiori per l’artista.

Nel nuovo disco, tra i tanti temi trattati spicca quello ambientale. E così, nel corso della presentazione del suo tour che partira’ a novembre, il cantautore romano ha espresso la sua opinione su Greta Thunberg. “Noi siamo tutti molto stranamente frastornati perche’ siamo talmente abituati che quelli che hanno piu’ anni dicono spesso e volentieri solo ca…te. Se una bimbetta si permette di alzare il dito e dice che non vuole morire intossicata e vuole un mondo pulito, sano, dove crescere – spiega Zero – io non lo trovo scandaloso. E non capisco perche’ sui social delle volte vedo che le viene affibbiato un cartello dove ci sono scritte delle cose che neanche a un politico Diamo un’occhiata alla nostra coscienza – conclude – e non stiamo in poltrona a giudicare quello che c’e’ davanti a noi”.

La prima canzone del nuovo album di Renato Zero, ‘Mai piu’ da soli’, e’ un atto d’accusa contro i social e la ricerca di follower. Alla presentazione romana del disco, ‘Zero il folle’, il cantautore ha spiegato perche’ ritenga negativo questo strumento, quasi inumano. E lo ha fatto citando la regina dei social. “C’e’ una propaganda all’esposizione, alla fisicita’ di offrirsi, che non sono piu’ sentimenti, non e’ piu’ simpatia, non e’ piu’ il pregio di avere un difetto fisico che ti faccia ricordare in eterno… ma c’e’ competizione insana di voler somigliare o superare addirittura Sara Ferragni“. Poi, dopo, quando gli si fa notare che si chiama Chiara, continua: “Vedete che vuol dire non frequentare i so-ci-al (lo dice scandendo la parola, ndr). Noi della giungla non siamo aggiornati”. C’è anche spazio per la politica. “Le donne si guadagneranno il Parlamento, me lo auguro tanto perché i maschi attualmente che ci sono non ci sconfinferano – prosegue Zero -. Questo paese va rieducato dalle fondamenta – afferma – dalla famiglia in poi, dobbiamo tutti fare un mea-culpa. Noi dobbiamo essere lì a bussare al campanello di quel figlio di pu… che massacra la moglie”.

Leggi anche:
"Sono solo fantasmi", una horror comedy Christian De Sica
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti