Rigore Piatek piega il Verona ma Milan soffre

Rigore Piatek piega il Verona ma Milan soffre
15 settembre 2019

Il Milan tiene alta la testa grazie ad un rigore di Piatek che gli permette di battere 1-0 il Verona ma ancora una volta latita paurosamente nel gioco, ad una settimana dal derby con l’Inter capolista. La squadra di Giampaolo gioca per tre quarti di gara in superiorita’ numerica grazie alla frettolosa espulsione di Stepinski per fallo su Romagnoli, ma non cambia ritmo, non mette mai davvero alle corde un Verona tanto cuore e corsa ma di poca sostanza sotto il profilo tecnico. E anche dopo il vantaggio, pur potendo sfruttare spazi piu’ ampi, non crea occasioni e soffre fino alla fine, quando Calabria si fa anche espellere in una complicata difesa del vantaggio, dicendo cosi’ addio alla stracittadina. Giampaolo schiera Paqueta’ dietro Piatek, un esperimento bocciato dallo stesso tecnico.

La catena di sinistra proprio non funziona. Rodriguez spinge poco, Chalanoglu non incide e giocoforza la trama rossonera si sviluppa tutta a destra dove effettivamente e’ dal piede di Suso e dagli affondi di Calabria che nascono le idee migliori. Ma il Milan non cambia marcia, piatto nel gioco e nelle idee. Nel primo tempo il Verona in avvio sembra anzi piu’ baldanzoso ma una volta in inferiorita’ numerica si chiude a riccio davanti a Silvestri. Sono comunque i gialloblu’ con Verre a sfiorare addirittura il vantaggio, ma dopo un pregevole stop al volo il giovane attaccante non riesce a centrare lo specchio della porta. Rebic per Paqueta’ e’ la soluzione di Giampaolo nella ripresa, qualcosa si muove ma davvero poco.

Calabria colpisce il palo con un destro dalla distanza, ma il Verona ha la forza di impensierire ancora Donnarumma rispondendo con un palo preso da Verre. Poi un destro di Chalanoglu va ad incocciare la mano di Gunter e dal dischetto Piatek torna pistolero, festeggiando in modo un po’ esagerato un gol che mancava da mesi. Nonostante lo svantaggio Juric non cambia l’atteggiamento del Verona che nel finale urla la propria rabbia verso Manganiello. Calabria cintura Pessina, per il Var il fallo e’ fuori dall’area. Veloso colpisce la barriera, il destro di Lazovic sibila di poco a destra del palo di Donnarumma. Il Milan festeggia il successo. Una vittoria faticosa e forse anche immeritata. Il derby alle porte e il lavoro di Giampaolo stenta a dare frutti. Arrivano comunque punti preziosi, ma il gioco non puo’ far felici i tifosi rossoneri.

Leggi anche:
Riecco la Frappart, arbitra Italia-Armenia U21
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti