Rimosse centinaia di pagine e account Facebook: “Dietro c’e’ la Russia”

Rimosse centinaia di pagine e account Facebook: “Dietro c’e’ la Russia”
18 gennaio 2019

Facebook ha rimosso 364 tra pagine e account che facevano parte di una campagna di disinformazione condotta da dipendenti dell’agenzia di stampa russa Sputnik, che ha coinvolto i Baltici, l’Asia Centrale e i Paesi centro-orientali europei. Con un post sul suo blog, Facebook ha spiegato che formalmente si trattava di pagine d’informazione indipendenti con articoli su politica ed economia. In realta’, sulle quelle pagine si leggevano spesso articoli contro la Nato e a favore di movimenti di protesta.

Quasi 800.000 persone seguivano le pagine rimosse. Separatamente, grazie alle segnalazioni delle forze dell’ordine statunitensi, sono stati rimossi anche 107 tra pagine, gruppi e account su Facebook, insieme a 41 account su Instagram, attivi in una campagna di disinformazione in Ucraina con una metodologia simile a quella messa in atto, durante le elezioni presidenziali statunitensi, dall’Internet Research Agency, la cosiddetta fabbrica dei troll, che avrebbe stretti legami con l’intelligence russa.

Leggi anche:
Assalti ai bancomat con l'esplosivo, 5 arresti

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti