Roma in testa al girone approda agli ottavi. Di Francesco: “Nessuno credeva”

Roma in testa al girone approda agli ottavi. Di Francesco: “Nessuno credeva”
5 dicembre 2017

La Roma batte 1-0 il Qarabag e vola agli ottavi di finale di Champions League vincendo il girone G. Allo stadio Olimpico, dopo un primo tempo giocato sottotono, i giallorossi prendono in mano il match e vincono 1-0 grazie al gol segnato da Diego Perotti a inizio ripresa. Una festa meritata per la squadra di Eusebio Di Francesco, protagonista di un’impresa difficile da immaginare in estate: al momento del sorteggio Chelsea e Atletico Madrid sembravano fuori portata per i giallorossi e invece finiscono dietro alla Roma dopo il pareggio di stasera a Stamford Bridge che promuove gli inglesi e condanna gli spagnoli alla retrocessione in Europa League. Nel freddo dell’Olimpico anche De Rossi e compagni, per la verita’, partono a rilento. Nel primo tempo, nonostante le urla di Eusebio Di Francesco, i giallorossi non riescono ad alzare il ritmo e la linea del pressing. A parte qualche occasione da calcio d’angolo (Manolas di tacco, Dzeko impreciso) e alcune incursioni di Perotti e soprattutto El Shaarawy sulle fasce, i padroni di casa non riescono a impensierire il portiere Sehic, rischiando anche qualcosa su due ripartenze concluse in malo modo da Ndlovu e Richard Almeida. Nei minuti di recupero del primo tempo, pero’, all’improvviso la Roma si sveglia: prima Dzeko calcia sopra la traversa da ottima posizione, poi Nainggolan costringe Sehic al miracolo. Sono le prove generali per il vantaggio giallorosso, che arriva puntuale all’ottavo minuto della ripresa: il portiere del Qarabag ipnotizza Dzeko ma nulla puo’ sul tap-in vincente firmato di testa da Diego Perotti. L’Olimpico esplode e da’ ulteriore coraggio alla Roma, che spinge con piu’ forza. Sehic nega il raddoppio a Nainggolan con una grande parata su una conclusione violenta dalla distanza, poi la difesa del Qarabag si difende con le unghie e con i denti sui numerosi corner collezionati dalla Roma (alla fine saranno addirittura 14). Il pareggio del Chelsea al 75′ appare sul maxi schermo e libera dalla paura i tifosi giallorossi, allontanando lo spauracchio di un sorpasso beffa da parte dell’Atletico Madrid in caso di un gol del Qarabag e rendendo meno tragica la prima vera occasione degli azeri, sprecata all’83’ da Dani Quintana con un colpo di testa debole e centrale. Nei minuti finali la Roma potrebbe anche raddoppiare con Kolarov e soprattutto Dzeko, incapace di concludere in modo preciso un contropiede avviato dal nuovo entrato Gerson. Ma in fondo a Di Francesco puo’ bastare cosi’: la Roma vola agli ottavi di Champions vincendo addirittura il girone C, come sottolineano i tifosi dell’Olimpico con un boato finale quando arriva sul maxi schermo il risultato finale (1-1) di Chelsea-Atletico Madrid.

Leggi anche:
Figc approva proroga commissariamento Lega A al 29 gennaio

DI FRANCESCO “Sono soddisfatto per il primo posto, non era facile: inizialmente nessuno ci dava per favoriti in questo girone, anzi ci davano quasi sicuramente fuori, ma noi abbiamo lavorato tanto. I ragazzi hanno messo grande determinazione in campo a partire dal primo match contro l’Atletico Madrid, quando la squadra non ha fatto una grande prestazione ma ha saputo soffrire”. Queste le parole del tecnico della Roma Eusebio Di Francesco dopo la vittoria contro il Qarabag e la qualificazione agli ottavi di Champions League grazie al primo posto nel girone C. “Stasera abbiamo ottenuto una grande vittoria, non e’ mai facile vincere in Champions – ha sottolineato l’allenatore giallorosso ai microfoni di Mediaset – Nell’intervallo ho chiesto ai miei ragazzi di attaccare gli spazi perche’ nel primo tempo ci siamo mossi poco, tutti volevano la palla tra i piedi. Nella ripresa la squadra si e’ espressa meglio, anche se nel finale ci e’ venuto un po’ di braccino, forse perche’ la Roma non e’ abituata ad andare avanti in Champions: questo deve servirci da lezione. Merito mio? I meriti sono principalmente del gruppo. Io credo di essere riuscito ad entrare nella testa dei giocatori, ma non mi accontento perche’ c’e’ ancora molto lavoro da fare”.

NAINGGOLAN “Abbiamo meritato questa qualificazione: nessuno pensava che potessimo passare questo girone, invece siamo arrivati primi ed e’ una bella soddisfazione. Ora vediamo come sara’ il sorteggio: qualsiasi partita sara’ bella da giocare”. Sono le parole del centrocampista della Roma Radja Nainggolan dopo la vittoria contro il Qarabag e la qualificazione agli ottavi di finale della Champions League. “Il risultato e’ buono anche se e’ arrivato dopo una partita un po’ sofferta perche’ loro stavano tutti dietro – ha aggiunto il belga ai microfoni di Mediaset – Abbiamo avuto la pazienza giusta, ci abbiamo creduto fino alla fine cercando di raddoppiare. Siamo felici, ora ci concentriamo sul campionato: ci sono buone sensazioni e i tifosi ci sono vicini”.

Leggi anche:
Juve e Inter senza reti. Spaletti: "Grandissimo punto"

DE ROSSI “Sapevamo che sarebbe stata una partita difficile e cosi’ e’ stato, ma sognavamo questo risultato. Nessuno lo immaginava nel momento del sorteggio: e’ importante per noi, ma anche per l’immagine europea della Roma che in Champions ha preso alcune batoste. Arrivare primi in questo girone e’ un grande risultato e in parte ripulisce il passato”. Queste le parole del centrocampista della Roma Daniele De Rossi dopo la vittoria contro il Qarabag e la qualificazione agli ottavi di Champions. Il capitano giallorosso e’ tornato poi su quanto dichiarato sull’ex tecnico Luciano Spalletti: “Ho visto titoli un po’ disonesti, che rispecchiavano molto poco quello che ho detto – ha sottolineato De Rossi ai microfoni di Mediaset – Spalletti ha fatto un gran lavoro con noi, con me in particolare: sono molto legato a lui. L’allenatore che e’ arrivato adesso (Di Francesco, ndr) ha stupito un po’ tutti, ci ha condotto subito in una nuova dimensione, portandoci ad affrontare ogni squadra allo stesso modo, con la stessa aggressivita’”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti