Salvini punta su Tesei per “primo schiaffone a governo”

Salvini punta su Tesei per “primo schiaffone a governo”
Donatella Tesei e Matteo Salvini
29 settembre 2019

Matteo Salvini si gioca tutto in Umbria, prima occasione di voto dopo la formazione del governo giallo-rosso, che ha allontanato la possibilita’ di elezioni politiche dopo la crisi del Conte I da lui stesso provocata. Il segretario leghista ha schierato da tempo in Regione la senatrice del suo partito, Donatella Tesei, 61 anni, ex vice pretore e sindaco di Montefalco, in provincia di Perugia, che correra’ per tutto il centrodestra. “Liberiamo prima l’Umbria, poi tocca alla Toscana. E li’ tra Renzi e la Boschi ci sara’ da divertirsi”, promette il capo di via Bellerio. “Sara’ il primo ‘schiaffone’ al governo”, avverte da settimane. “Vinceremo li’ dove almeno ci fanno votare”, promette, lamentando che la scelta “migliore” dopo la crisi sarebbe stata andare alle urne.

L’ex ministro dell’Interno ha buoni sondaggi dalla sua parte ed e’ convinto di centrare la vittoria nella Regione rossa. Certamente, se la Lega fosse sconfitta sarebbe piu’ difficile continuare ad affermare che “l’inciucio Pd-M5s ha come unico collante impedire il voto” che porterebbe la Lega al governo, come fa il leggista quotidianamente. Salvini, che ha gia’ fatto diverse tappe in Umbria e diverse altre fara’ entro il voto del 27 ottobre, ha tuonato piu’ volte contro l’accordo raggiunto tra Pd e M5s anche in Regione, con il sostegno alla candidatura di Vincenzo Bianconi. Luigi Di Maio si e’ “svenduto al Pd, per prendere due voti che gli garantiscano la sopravvivenza”, ha attaccato, sottolineando piu’ volte che fu proprio da una denuncia del M5s che parti’ il percorso che porto’ alla caduta anticipata della giunta umbra targata Pd, travolta dalo scandalo sulla sanita’ regionale.

Malgrado Salvini abbia lanciato la sua corsa da settimane, l’accordo attorno alla figura di Tesei e’ stato raggiunto solo nei giorni scorsi all’interno di una coalizione dove il tasso di litigiosita’ resta alto, malgrado i tre partiti si siano ritrovati all’opposizione insieme a Roma, dopo tanti anni. In particolare, Fratelli d’Italia ha ritirato solo nel weekend la candidatura di Marco Squarta. Ma tutto ora sembra risolto e Tesei domani sara’ con Giorgia Meloni a Perugia, dove la presidente di FdI presentera’ la lista di partito. La candidata leghista aveva ottenuto l’appoggio di Forza Italia a inizio settembre con il via libera del coordinamento nazionale del partito e l’indicazione di Roberto Morroni come candidato alla vice presidenza.

Leggi anche:
La Louisiana resta ai democratici, schiaffo a Trump. Nuovo colpo per la Casa Bianca
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti