Sciopero scuola, migliaia di maestri precari manifestano in diverse città

Loading the player...
8 gennaio 2018

Primo sciopero dell’anno nella scuola: diverse migliaia di maestre e maestri delle scuole dell’infanzia e primaria di tutta Italia hanno protestato davanti alla sede del ministero della Pubblica Istruzione (Miur) a Roma. La protesta è stata organizzata contro la discussa sentenza prenatalizia dell’Adunanza plenaria del Consiglio di Stato, che ha messo fuori dalle Graduatorie ad esaurimento (GaE) i docenti con diploma magistrale, “condannandoli alla precarietà”, ha spiegato il sindacato Anief. Secondo i sindacati (tra i quali non figurano i confederali) hanno partecipato allo sciopero in tutta Italia circa 20.000 precari. L’obiettivo dello sciopero è quello di “confermare nei ruoli dello Stato i seimila neoassunti con riserva che hanno superato o stanno superando l’anno di prova e assumere i 44mila colleghi inseriti con riserva nelle GaE, i quali da molti anni insegnano ormai nelle nostre scuole”. I manifestanti hanno protestato con cori e striscioni contro la sentenza, e hanno cercato di dare vita a un corteo su Viale Trastevere, tentativo che però è stato impedito da polizia e carabinieri schierati sui due lati del ministero. Sit-in si sono svolti anche davanti agli uffici scolastici regionali di Torino, Milano, Bologna, Palermo, Cagliari, Catanzaro e Bari.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
A Roma il Global Champions Tour, la Formula 1 dell'equitazione


Commenti