Scoperta l’isola del tesoro. E’ la Sicilia, dove i vitalizi non si possono tagliare

Scoperta l’isola del tesoro. E’ la Sicilia, dove i vitalizi non si possono tagliare
Gianfranco Miccichè, presidente del parlamento siciliano
16 giugno 2019

In Sicilia il vitalizio è duro a morire. La classe politica sta facendo di tutto per continuare a intascare il benefit che ai siciliani costa un milione e mezzo al mese. E chissenefrega della crisi, o della legge dello Stato secondo cui entro il 30 maggio scorso le Assemblea regionali dovevano tagliare i vitalizi dei consiglieri. Il parlamento siciliano, guidato dal forzista, Gianfranco Micciché, non ne vuol sapere nulla. I vitalizi non si toccano. Anzi no. L’Assemblea regionale, tenendo fede allo spirito pirandelliano, dà vita a una commissione di saggi, per decidere il da farsi. Come dire, “Campa cavallo che l’erba cresce”. Intanto, grazie proprio alla genialata dei 70 parlamentari, i siciliani rischiano di essere penalizzati con il venti per cento in meno di risorse statali.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Non si vota (per ora), che sollievo per Partito Democratico e Forza Italia


Commenti