Sequestrato arsenale da guerra, c’è anche un missile aria-aria

Loading the player...
15 luglio 2019

La Digos di Torino ha sequestrato un autentico arsenale di armi da guerra – tra cui fucili d’assalto automatici di ultima generazione, mitra, pistole e un missile aria-aria (AAM, Air to Air Missile) privo di carica esplosiva ma funzionante e in utilizzo alle forze armate del Qatar. L’operazione Matra – dal nome del modello del missile – è stata eseguita in diverse città del Nord Italia. In manette, Fabio Del Bergiolo, ex funzionario doganale 60enne – nel 1998 tra i fondatori di un movimento a favore della libera vendita delle armi e nel 2001 candidato alle elezioni al Senato nelle fila di “Forza Nuova” – che deteneva illegalmente l’arsenale di armi da guerra e armi comuni nella sua abitazione a Gallarate, in provincia di Varese.

Sempre nella casa di Fabio Del Bergiolo sono stati ritrovati stemmi e cartelli con simbologie naziste, tra cui svastiche e riferimenti alle Waffen-SS. Fermati invece altri due uomini (Alessandro Michele Aloise Monti, 42enne di nazionalità svizzera, e l’italiano Fabio Amalio Bernardi, 51 anni) ritenuti responsabili della detenzione del missile Matra, che è stato ritrovato nei pressi dell aeroporto di Rivanazzano Terme (PV) all’interno di un grande deposito, dove sono stati trovati anche due contenitori lanciarazzi e altro materiale militare. A fare da intermediario per la vendita del Matra sarebbe stato proprio Del Bergiolo.

In particolare in casa di Del Bergiolo, è stato rinvenuto un vero e proprio arsenale di armi da guerra: 9 fucili da guerra cd. carabine d’assalto, 1 pistola mitragliatrice da guerra Scorpion, 3 fucili da caccia, 7 pistole, 6 parti di armi da guerra (otturatori, caricatori, canne, fusti), 20 baionette, 306 parti di armi da sparo (caricatori, canne, otturatori, silenziatori, ottiche), 831 munizionamento di vario calibro. Inoltre, la Polizia di Stato di Torino si e’ recata nei pressi dell’aeroporto di Rivanazzano Terme (PV) dove, all’interno di un grande deposito, è stato trovato un involucro cilindrico di circa 4 metri contenente un missile aria/aria mod. MATRA MP EM F20 S530 di fabbricazione francese, della lunghezza di 3,54 metri con indicazioni circa la provenienza dalle forze forze armate del Qatar. Il deposito, contenente materiale militare, tra cui due contenitori lanciarazzi, e’ stato sottoposto a sequestro. L’operazione coordinata dalla Procura di Torino ha interessato le Procure di Forli’, Novara, Busto Arsizio e Pavia.

Leggi anche:
Amazzonia in fiamme, ma Bolsonaro accusa ong
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti