Sì affidamento, Fabrizio Corona lascia il carcere

Sì affidamento, Fabrizio Corona lascia il carcere
L'ex fotografo dei vip, Fabrizio Corona
21 febbraio 2018

Fabrizio Corona lascia il carcere. Lo ha stabilito il giudice del Tribunale di Sorveglianza di Milano, Simone Luerti, che ha concesso all’ex fotografo dei vip l’affidamento terapeutico da scontare all’interno di una struttura per recupero tossicodipendenti di Limbiate, nel Milanese, dove Corona dovrà seguire quotidianamente una terapia per disintossicarsi dalla cocaina. Corona era già stato scarcercato nel giugno 2015 dopo aver ottenuto dal magistrato di sorveglianza il via libera per poter scontare la pena residua (circa 5 anni di carcere) svolgendo servizi socialmente utili all’interno della comunità Exodus di Don Mazzi a Lonate Pozzolo, in provincia di Varese. Dopo pochi mesi ottenne l’affidamento in prova sul territorio, con la possibilità di partecipare a serate in discoteca e ad altri eventi mondani per la promozione della sua immagine. Venne riarrestato nell’ottobre 2016 dopo la scoperta del cosiddetto “tesoretto” che avrebbe sottratto al fisco: circa 2,6 milioni di euro tra gli 1,7 milioni murati nel controsoffitto della sua storica collaboratrice Francesca Persi e gli 860 mila euro nascosti in due cassette di sicurezza di una banca austriaca di Innsbruck.

Leggi anche:
Picchiata da marito finge ordinare pizza ma chiama 112

Il processo penale che lo ha visto imputato per intestazione fittizia di beni, sottrazione fraudolenta al pagamento delle imposte e violazione delle norme patrimoniali sulle misure di prevenzione si concluse con una condanna light: 1 anno di carcere, contro i 5 chiesti per lui dalla pubblica accusa. Di oggi la decisione del magistrato di sorveglianza di Milano concedergli l’affidamento terapeutico in una comunità di disintossicazione. Un provvedimento “provvisorio” che dovrà comunque essere confermato da un Tribunale in composizione collegiale nel corso di un’udienza prevista per la fine del mese di marzo. Durante il periodo di affidamento terapeutico, riferiscono fonti legali, Corona dovrà osservare “prescrizioni molto stringenti” soprattutto sul fronte degli orari che sarà tenuto a rispettare. Il giudice gli ha concesso la possibilità di vivere nel suo appartamento milanese Via De Cristoforis. L’immobile, attualmente sotto sequestro (i giudici della sezione Misure di Prevenzione dovranno stabilire se confiscarlo, così come chiesto dall’accusa, insieme alla maggior parte del “tesoretto”) è stato affittato provvisoriamente dall’amministratore giudiziario alla giovane fidanzata di Corona, la 25enne Silvia Provvedi, componente insieme alla gemella del gruppo musicale “La Donatella”.

Leggi anche:
A Venezia è tempo di bilanci, oltre 1 miliardo di euro di danni. Brugnaro commissario, polemiche sul Mose

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti