Siccità: ottobre da record, è il più secco da 60 anni

Siccità: ottobre da record, è il più secco da 60 anni
24 ottobre 2017

La siccita’ e’ un fenomeno che affligge l’Italia in maniera cronica ormai da circa un anno. E ottobre confermera’ questa tendenza e passera’ alla storia per essere il piu’ secco degli ultimi 60 anni. Come spiega Simone Abelli, meteorologo del Centro Epson Meteo, “il mese non e’ ancora concluso ma le quattro perturbazioni che hanno raggiunto l’Italia da inizio mese non sono state sufficienti a risollevare una situazione di siccita’ cronica che ha avuto inizio ormai quasi un anno fa, dal dicembre 2016”. Il meteorologo fornisce poi alcuni dati: “Da inizio mese sono mancati all’appello 14 miliardi di metri cubi d’acqua che hanno fatto lievitare il deficit complessivo a 53 miliardi di metri cubi d’acqua accumulato in 11 mesi: praticamente tutta l’acqua contenuta nel lago di Garda. Ottobre e novembre dovrebbero essere i mesi piu’ piovosi dell’anno – aggiunge – ma da inizio ottobre le poche perturbazioni giunte sul nostro Paese hanno scaricato al suolo italiano l’88% in meno della pioggia. Impressionante il deficit al Nord-Ovest dove e’ caduto solo l’1% della pioggia, letteralmente solo qualche goccia”. L’ultima volta che ha piovuto in modo significativo a Torino era il 9 settembre, oltre sei settimane fa. Ancora piu’ impressionanti le condizioni in cui versa la citta’ di Imperia, che non vede piogge significative del 6 maggio 2017: 170 giorni senza pioggia.

Leggi anche:
Roma, scatta domani "forestazione urbana" per 12.000 nuovi alberi

La situazione e’ molto critica anche in Sardegna, dove manca all’appello 88% della pioggia tipica del mese di ottobre. A Cagliari non piove in modo significativo dal 27 aprile 2017. Dopo un lungo periodo di tempo stabile e assenza di piogge, domenica 22 ottobre una perturbazione ha finalmente raggiunto l’Italia, attraversandola da Nord a Sud, ma non ha portato neanche una goccia di pioggia al Nord-Ovest. Al Nord, infatti, la pioggia ha raggiunto solo il Levante ligure, la Lombardia e le Venezie, dove sono stati registrati picchi massimi fra i 30 e i 50 mm di pioggia. Ha piovuto anche in gran parte del Centro-Sud, fino alla Calabria tirrenica e alla Puglia. Gia’ nella giornata di oggi il tempo e’ nettamente migliorato in tutto il Centro-Nord, mentre sono ancora in corso precipitazioni su medio-basso Adriatico e sul settore del basso Tirreno fino alla Sicilia tirrenica. Si sono finora registrati picchi tra i 20 e i 30 mm di pioggia fra Marche e Abruzzo e nel Gargano, fino a 40 mm in Calabria. Domani il Sud Italia sara’ ancora interessato dalle ultime precipitazioni sparse, poi la perturbazione abbandonera’ definitivamente il Paese che tornera’ a essere occupato stabilmente dall’alta pressione.

Leggi anche:
I giovani di Corleone: l'intelligenza sovrasterà brutalità

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti