Spagna netta vittoria Psoe rafforza Sanchez

Spagna netta vittoria Psoe rafforza Sanchez
Pedro Sanchez
27 maggio 2019

A un mese dal successo alle elezioni legislative del 28 aprile, il Partito socialista operaio spagnolo (Psoe) del premier Pedro Sanchez esce vincitore anche alle europee: ottiene il 32,83% dei consensi e 20 seggi nel nuovo Europarlamento, sei in piu’ rispetto a quello uscente. Una vittoria resa ancora piu’ eclatante dai 10 punti di vantaggio sui conservatori del Partito Popolare (PP), per ora al 20,2% e 12 europarlamentari, quattro in meno, registrando un calo di almeno 9 punti rispetto alle europee del 2014. Non si e’ verificato lo sfondamento di Vox, il partito di estrema destra spagnola in netta ascesa nel Paese (13% alle politiche), alla sua prima partecipazione alle Europee: si attesta attorno al 6,22% delle preferenze, riuscendo a far eleggere solo 3 candidati.

Buona pagella per i centristi di Ciudadanos, terza forza politica, al 12,23% circa, con 7 eurodeputati, cinque in piu’ rispetto al 2014. La sinistra radicale di Unidas Podemos ha raggiunto la soglia del 10,08% con 6 seggi, cinque in meno rispetto alle ultime Europee. Sempre in base agli exit poll, Ahora Repu’blicas siedera’ a Strasburgo con tre deputati, la lista Juns di Puigdemont otterrebbe due seggi e la Coalizione Europa Solidaria uno. In tutto la Spagna e’ rappresentata nell’emiciclo Ue da 52 europarlamentari.

Altro dato saliente della giornata elettorale in Spagna e’ l’affluenza record, con una partecipazione del 49% degli aventi diritto in base agli ultimi dati diffusi dalla stampa locale, in aumento di 15 punti rispetto alle ultime europee. Un boom attribuito alla concomitanza di questo scrutinio con le municipali e regionali, che solitamente coinvolgono maggiormente gli elettori. Come preannunciato dagli analisti alla vigilia del voto, i rinnovati consensi ottenuti dal premier Sanchez gli saranno utili per incrementare la sua credibilita’ ed autonomia, sia a Madrid che a Bruxelles.

Leggi anche:
Zingaretti vara segreteria Pd, renziani esclusi. E il partito esplode: "Macché pluralismo""

Sul piano nazionale, l’esito delle urne favorevole al Psoe costituisce un tassello fondamentale per capire il futuro della scena politica spagnola: forte della vittoria, il leader socialista riformista ha ora piu’ chance di riuscire a formare un governo di maggioranza, motivo per cui strategicamente aveva rinviato a giugno qualsiasi trattativa interna. L’esito delle urne in Spagna e’ altrettanto cruciale per delineare i futuri equilibri politici nell’Europarlamento, in quanto una vittoria comoda del Psoe sara’ di grande soccorso ai “partiti fratelli” in crisi – tra cui i socialisti francese e l’Spd tedesca – consentendo in qualche modo al Pse di contenere le perdite. Tale scenario dovrebbe dare al Psoe di Sanchez un notevole peso politico anche al livello europeo.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti