Spari contro parlamentari, cinque feriti. Morto l’aggressore

14 giugno 2017

“Steve Scalise è in condizioni stabili. Almeno altri due assistenti parlamentari e altre due persone sono state ferite […] Siamo grati per l’eroismo” dimostrato dai due poliziotti, senza i quali “molte altre persone sarebbero potute morire. Steve si riprenderà sicuramente. Tutta la nazione, tutto il mondo sta pregando per te”. E’ l’annuncio del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, in merito alla sparatoria di questa mattina, avvenuta su un campo di baseball ad Alexandria, in Virginia, dove si stava allenando la squadra dei parlamentari repubblicani.
Trump ha reso noto che l’assalitore, ferito dai poliziotti, è morto. L’autore della sparatoria, James T. Hodgkinson, morto dopo essere stato ferito dai poliziotti, è morto come ha fatto sapere lo stesso capo della Casa Bianca. L’assalitore avrebbe lavorato per la campagna di Bernie Sanders per la nomination democratica in Iowa, secondo il racconto di Charles Orear, un uomo che avrebbe condiviso quell’esperienza con Hodgkinson, raccontata al Washington Post. Secondo Orear, Hodgkinson è un “progressista appassionato” e non aveva mai mostrato “avvisaglie di violenza”. “State scherzando, l’ho incontrato durante la campagna di Bernie in Iowa, ho lavorato con lui”. Sul fronte della cronaca, sarebbero cinque i feriti, tra cui il deputato statunitense Steve Scalise, portato in ospedale per un intervento chirurgico, nella sparatoria avvenuta questa mattina ad Alexandria, in Virginia, su un campo di baseball. Tra i feriti invece non c’è il collega Roger Williams, come sembrava in un primo momento. Il deputato ha inviato un nota spiegando che a rimanere colpito è stato un suo collaboratore. I testimoni hanno raccontato di aver sentito Scalise “urlare, chiedendo aiuto”; è stato soccorso dai colleghi, tra cui il deputato Brad Wenstrup.

Scalise, secondo Fox News, sarebbe stato colpito al fianco. Gli altri feriti sarebbero un assistente parlamentare e due poliziotti. Il numero di feriti è stato fornito ufficialmente dal capo della polizia di Alexandria, Michael Brown. Il deputato Ron DeSantis ha raccontato a Fox News di aver lasciato il campo di baseball poco prima che avvenisse la sparatoria. Camminando verso la sua macchina, un uomo gli ha chiesto se si stessero allenando i democratici o i repubblicani; circa tre minuti dopo, DeSantis ha sentito i primi colpi, intorno alle 7:15; la sparatoria sarebbe durata circa dieci minuti. Sul campo era in corso l’ultimo allenamento dei parlamentari repubblicani prima della sfida contro i democratici, in programma domani per beneficenza. Il Congressional Baseball Game è un incontro che si tiene ogni anno dal 1909. Oltre a Scalise, erano presenti tra le 15 e le 25 persone al Simpson Field, tra cui i deputati Mo Brooks, Brad Wenstrup e Chuck Fleischmann, e i senatori Rand Paul e Jeff Flake. Paul ha detto alla Msnbc che, se la Capital Police non fosse stata presente, “ci sarebbe stato un massacro”. Secondo Brooks, l’aggressore avrebbe sparato circa 50 colpi. Flake ha dichiarato che l’aggressore avrebbe tra i 40 e i 50 anni, i capelli neri e indossava una maglietta blu e un paio di jeans. Scalise, 51 anni, rappresentante della Louisiana, è il Majority Whip alla Camera, ovvero il numero tre del partito repubblicano in ordine di importanza, alle spalle del presidente dell’Aula, Paul Ryan, e del leader della maggioranza, Kevin McCarthy. È deputato dal 2008, è sposato, ha due figli ed è di origini italiane. Il presidente Usa Donald Trump ha dichiarato su Twitter che Scalise è rimasto “gravemente ferito”, ma “guarirà”. “I nostri pensieri e le nostre preghiere sono con lui”, ha aggiunto il leader Usa.

Leggi anche:
Tiziano Renzi: massacro mediatico, mai fatte fatture false o bancarotta
Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti