Sposarsi in crociera, una favola non solo da super-ricchi

Sposarsi in crociera, una favola non solo da super-ricchi
18 maggio 2017

Sposarsi in mezzo al mare durante una crociera, una favola che non è poi così difficile da coronare, senza bisogno di dover fare le cose in grande, come il magnate indiano che di recente ha affittato un`intera nave per quattro giorni e per oltre 1000 invitati per il matrimonio di sua figlia. Secondo un recente sondaggio di Crocierissime.it sono sempre di più le coppie che decidono di celebrare il loro giorno speciale a bordo; per questo, il primo sito italiano interamente dedicato al mondo delle crociere, ha deciso di fare chiarezza, spiegando quali sono le leggi, gli accorgimenti da seguire e i costi per chi fa questa scelta che permette di essere già anche in luna di miele. Ormai quasi tutte le compagnie offrono pacchetti dedicati agli sposi. Può essere più semplice che organizzare un matrimonio tradizionale affidarsi a una di queste formule “all-inclusive” tramite agenzia di eventi o wedding planner. Per chi vuole delle nozze classiche, con tanti invitati, il costo è simile a quello delle normali cerimonie e varia in base al numero di amici e parenti che si decide di portare con sé. Ma chi opta per una cosa a due, esistono pacchetti a partire da 500 euro con torta nuziale, champagne, bouquet e bottoniera e il servizio fotografico.

Si possono portare pochissimi ospiti selezionati, e il prezzo sale di poco, o farsi fornire i testimoni dalla nave. Per i più esigenti, invece, non mancano le possibilità di personalizzare l`evento: dal check-in prioritario, alla sala della nave interamente riservata, dalla musica registrata o dal vivo, il dj, fino ai fuochi d`artificio, gli addobbi floreali e lo speciale attestato firmato dal Comandante. Molte compagnie includono anche trucco, acconciatura e seduta massaggio di coppia per gli sposi con trattamenti benessere per essere rilassati prima del sì. Un matrimonio in crociera, però, la maggior parte delle volte non ha valore legale. Gli ufficiali di bordo possono rilasciare solo certificati di nozze simbolici, quindi è necessario celebrare il rito civile prima di partire e festeggiarlo poi in mare. Ma c`è una compagnia, la Princess Cruises, quella della serie tv “Love Boat”, che organizza crociere che passano nelle acque delle Bermuda, dove il matrimonio è valido a tutti gli effetti. Il documento legale di nozze, redatto dal Registro Civile di Bermuda, viene spedito agli sposi che devono solo preoccuparsi di trascriverlo in Italia come un normale matrimonio celebrato all`estero. La compagnia dà persino la possibilità di fare la cerimonia in una piccola cappella a bordo e offre tanti pacchetti per il fatidico giorno che si aggirano sui 3.000 euro circa in base ai servizi scelti.

Leggi anche:
Dalla tradizione svedese la ricetta delle patate hasselback


Commenti