Steccano l’Empoli e il Frosinone, Palermo d’assalto

Steccano l’Empoli e il Frosinone, Palermo d’assalto
foto @palermocalcioit
27 febbraio 2018

Steccano sia l’Empoli, bloccato in casa sull’1-1 dall’Avellino, che il Frosinone, fermato sul 2-2 a Cremona. Avanzano invece il Palermo e il Cittadella, grazie a due successi quanto mai importanti. Questi, in sintesi, gli spunti principali della ventottesima giornata della serie B, caratterizzata dalle sfide rinviate per il maltempo. Ben quattro i match che non si sono disputati in questo turno infrasettimanale, aperto ieri dal successo esterno del Parma, sul campo della Salernitana. Nel dettaglio Bari-Spezia, Cesena-Pro Vercelli, Perugia-Brescia e Pescara-Carpi sono state posticipate a data da destinarsi. Tornando al calcio giocato, invece, continua a rallentare la propria corsa l’Empoli, al secondo pareggio consecutivo. La squadra di Andreazzoli, fra le mura amiche, hanno frenato contro i lupi irpini di Novellino. A sbloccare la gara del “Castellani”, al 39′, e’ stato Zajc, che ha sfruttato alla grande un cross dalla destra di Di Lorenzo. Il pareggio degli ospiti e’ giunto al 50′ della ripresa, grazie a un tocco ravvicinato di D’Angelo (poi espulso, per doppio giallo: la seconda per esultanza eccessiva). Ora gli azzurri sono a quota 51, e mantengono un punto di vantaggio sul Frosinone, “bloccato” a Cremona. Allo stadio “Zini” la squadra ciociara ha evitato nel secondo tempo la terza sconfitta nelle ultime quattro gare. Due rigori sono risultati fatali ai canarini nel primo tempo. Al 18′ Ariaudo ha spinto Castrovilli appena entrato in area: dal dischetto ha trasformato Scappini. Al 31′, poi, Chibsah ha trattenuto in area Arini: dagli undici metri e’ toccato a Piccolo raddoppiare. Completamente diversa la ripresa, grazie soprattutto all’ingresso in campo di Daniel Ciofani e di Ciano. Al 20′ il bomber ciociaro ha accorciato le distanze con un destro splendido dal limite dell’area. Sette minuti dopo lo stesso Ciofani si e’ procurato un penalty, trasformato (per il definitivo 2-2) da Ciano.

Leggi anche:
Show e polemiche al Franchi, il Napoli passa 4-3

In terza piazza, a quota 47, si avvicina alla vetta il Palermo, che con una bella rimonta ha battuto per 4-1, in casa, l’Ascoli di Cosmi. I rosanero hanno ritrovato i tre punti e hanno scaccito per il momento i fantasmi che aleggiano da giorni sulla testa di Tedino e del ds Lupo. Nella prima frazione Lanni protagonista: prima, al 24′, ha fatto una gran parata su un colpo di testa ravvicinato di Nestorovski; poi, al 40′, si e’ opposto alla grande su un tiro di destro incrociato molto angolato di Coronado. Cosi’, al 42′, i bianconeri sono andati in vantaggio con una grande ripartenza in contropiede: tiro di Clemenza e tap-in vincente in scivolata di Bianchi. Grande la reazione dei siciliani: al 1′ della ripresa l’1-1 di Rispoli, da due passi, dopo un batti e ribatti in area di rigore. Dopo un altro minuto e mezzo Coronado ha saltato mezza difesa avversaria e ha insaccato alle spalle di Lanni la rete del 2-1. Al 10′, sugli sviluppi di un corner, e’ stato ancora Rispoli a siglare il tris rosanero. Nel finale il poker di Nestorovski. Salgono intanto il Cittadella e il Venezia. Al quarto posto in classifica ci sono ora gli uomini di Venturato, che hanno espungato Chiavari, battendo per 1-0 l’Entella. A segno, al 42′, con un bel gol al volo di destro, Arrighini. In sesta piazza poi si sono attestati i giocatori di Filippo Inzaghi, che hanno battuto in casa, per 2-0, la malcapitata Ternana di De Canio. Al 34′ ha firmato la prima rete dei lagunari Domizzi, di testa, su assist di Stulac. Lo stesso centrocampista del Venezia ha chiuso la pratica al 35′ della ripresa con un piattone destro preciso dal limite dell’area. Nel mezzo, al 7′ della seconda frazione, il rosso ai danni di Valjent e un rigore fallito da Zigoni (con bella parata di Sala). A chiudere la giornata la vittoria del Foggia, per 1-0, sul campo del Novara. Ha sbloccato il risultato al 12′ il solito Kragl, sempe piu’ decisivo per il team di Stroppa, che ha sferrato un mancino potente da fuori area (deviato in modo ininfluente da Duhamel). Poi e’ stato espulso Greco, al 27′, per doppio giallo, ma i rossoneri hanno resistito agli assalti del Novara (rimasto anch’esso alla fine in dieci, per l’espulsione per doppio giallo di Sciaudone).

Leggi anche:
Juve ricomincia vincendo, Chiellini-gol affonda il Parma

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti