Teheran, la prima storica maratona internazionale. Ma le donne sono escluse

7 aprile 2017

Centinaia di persone hanno partecipato alla prima maratona internazionale di Teheran. Un evento che resterà nella storia, ma non per le donne iraniane a cui è stato vietato di partecipare alla corsa lungo le strade della città. Le iscritte hanno dovuto correre una gara più corta, separata, lontano dal pubblico, e all’interno di uno stadio chiuso. “La mattina appena arrivate ci hanno detto che in realtà la corsa delle donne sarebbe stata solo di 10 chilometri”, racconta Cecile, arrivata dalla Francia per patecipare. Manal Rostam (foto) invece è egiziana ed è rimasta molto delusa. “Io vengo dall’Egitto. Mi aspettavo di correre i 42 chilometri. Non mi interessa quanto devo aspettare perché me lo permettano”. L’unico modo concesso alle donne di partecipare alla maratona su strada è rimanere sui lati, da spettatrici, ad applaudire l’impresa sportiva riservata solo agli uomini.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
In uscita autobiografie di Simona Ventura e Gabriel Garko


Commenti