Tamajo (Drs), serve soluzione per istallare lidi a Palermo

12 aprile 2014

“Non si possono scaricare sugli imprenditori che realizzano i lidi balneare sulla costa di Palermo ed in particolare di Mondello le gravi responsabilità del comune nell’approvazione del Piano di utilizzo del demanio marittimo. Ho appreso con sconcerto del blocco alla costruzioni stagionali da parte del direttore dello Sportello unico delle attività produttive di Palermo e mi rendo conto che questo diniego sarà l’ennesima stangata sulla economia e le attività produttive della città. Per non parlare dei rischi di mancata occupazione per oltre mille lavoratori stagionali. Siamo all’assurdo: il municipio ha responsabilità pesanti su di sè ed intende, però, scaricarle su chi investe e crea lavoro. Mi auguro che in poche ore si giunga ad una soluzione giuridica e tecnica che permetta intanto l’avvio delle attività connesse alla balneazione a Palermo. Ho già chiesto una convocazione della IV commissione territorio ed ambiente dell’Ars per affrontate congiuntamente regione e comune il problema, ai fini di una immediata soluzione. Palermo non può soffrire ancora per la malabutocrazia”. Lo afferma Edi Tamajo, deputato regionale dei Democratici riformisti per la Sicilia.

 

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti