Tesla tagli i costi, il produttore di auto elettriche licenzia oltre 4mila lavoratori

Tesla tagli i costi, il produttore di auto elettriche licenzia oltre 4mila lavoratori
13 giugno 2018

Elon Musk, l’irriverente amministratore delegato di Tesla, ha scritto un memo ai dipendenti del produttore di auto elettriche comunicando loro esuberi corrispondenti al 9% della forza lavoro. Attualmente l’azienda californiana ha circa 46.000 dipendenti, quindi il taglio di personale equivale a circa 4.100 persone.

Il Ceo ha parlato di una “ristrutturazione organizzativa di tutta l’azienda”. Nel tempo, ha spiegato, Tesla è arrivata ad avere “una duplicazione di ruoli e di alcune funzioni che oggi sono difficili da giustificare”. Alla luce del “bisogno di ridurre i costi e di diventare redditizio”, Tesla “ha preso la decisione difficile di lasciare andare circa il 9% dei nostri colleghi”. Ad essere toccati dalla misura saranno colletti bianchi e non gli operai su cui il gruppo conta per arrivare, come vorrebbe, entro fine giugno a produrre 5.000 esemplari della Model 3, la berlina pensata per il mercato di massa tanto necessaria per raggiungere i suoi obiettivi ambiziosi.

“Dato che Tesla non ha mai registrato un profitto annuale nei suoi quasi 15 anni di esistenza, il profitto non è chiaramente quello che ci motiva. Quello che ci guida”, ha aggiunto Musk, “è la nostra missione ad accelerare la transizione del mondo verso un’energia sostenibile e pulita ma non raggiungeremo mai quella missione a meno che dimostriamo che siamo redditizi in modo sostenibile”. In passato Musk aveva promesso che Tesla avrebbe smesso di essere una società in perdita nella seconda metà del 2018.

Leggi anche:
Moody's taglia rating Italia per aumento deficit. E boccia pure la manovra

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti