Il Tribunale restituisce a Corona 1,9 milioni ma gli confisca la casa

Il Tribunale restituisce a Corona 1,9 milioni ma gli confisca la casa
L'ex fotografo dei vip, Fabrizio Corona
9 aprile 2018

La sezione misure di prevenzione del Tribunale di Milano restituisce a Fabrizio Corona circa 1,9 milioni di euro che facevano del cosiddetto “tesoretto” sequestrato all’ex fotografo dei vip tra l’ottobre 2016 e il gennaio successivo: circa 2,6 milioni di euro complessivi, tra gli 1,7 milioni murati nel controsoffitto della sua storica collaboratrice Francesca Persi e gli altri 860 mila euro nascosti in due cassette di sicurezza di una banca di Innsbruk, in Austria. I giudici milanesi hanno disposto il dissequestro della maggior parte della somma perchè, come ha spiegato Ivano Chiesa, che difende l’ex re dei paparazzi insieme al collega Luca Sirotti, 1,9 milioni sono soldi “lecitamente guadagnati da Corona, frutto del suo lavoro. E non c’è nessuna ragione per trattenere quel denaro”.

Leggi anche:
Soda caustica contro i bambini scuola materna, 51 feriti

E’ stata, invece, confiscata, così come aveva chiesto il pm Alessandra Dolci, la casa milanese di Corona: un appartamento di lusso in via De Cristoforis, nella zona della movida di Corso Como, del valore di oltre 2 milioni, formalmente di proprietà di Marco Bonato, suo ex braccio destro. “Per il Tribunale – ha chiarito ancora l’avvocato Chiesa – c’è stata un’intestazione fittizia a favore di un prestanome”. Respinta, invece, la richiesta dell’accusa di sottoporre Corona alla misura della sorveglianza speciale. Il motivo? Secondo i giudici, Corona non è una persona socialmente pericolosa. “L’avevamo detto in epoca non sospetta, cioè al momento dell’arresto di Fabrizio, che era soltanto una questione fiscale”, è il commento degli avvocati Chiesa e Sirotti. “Questa sentenza – hanno tenuto a sottolineare i legali – è per noi motivo di grande soddisfazione, anche se non si può dimenticare il sofferto percorso di Corona che per questa vicenda ha trascorso 16 mesi in carcere”.

Leggi anche:
Altra giornata di caos a Hong Kong, poliziotto spara sul dorso a dimostrante

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti