Ricerca, come bloccare proteina che aiuta nascita tumori

Ricerca, come bloccare proteina che aiuta nascita tumori
19 novembre 2014

Trovato il modo di bloccare una proteina che ha un ruolo importante nella formazione dei tumori, nota come Trf2, aprendo così la strada a nuove strategie di trattamento. Un gruppo di ricercatori dell’Istituto Regina Elena (Ire) di Roma, coordinato da Annamaria Biroccio, è riuscito infatti a progettare, tramite la bioinformatica, una molecola capace di fermare Trf2 interrompendo i segnali cellulari delle sue attività tumorali. A spiegarlo è lo studio pubblicato sul Journal of American Chemical Society. ”Siamo partiti dai risultati di un precedente studio – precisa Biroccio – da cui era emerso come Trf2, proteina strutturale delle regioni terminali dei cromosomi (telomeri), contribuisce allo sviluppo tumorale”. In collaborazione con l’università Federico II di Napoli, i ricercatori hanno visto che Trf2, attraverso la sua porzione Trfh, è in grado di convogliare al telomero varie proteine che contribuiscono con la loro attività alla formazione del tumore. Hanno così disegnato e sintetizzato una molecola, Apo41d, che legandosi a Trfh, riesce a bloccare Trf2 fermando i segnali coinvolti nella formazione dei tumori. ”L’utilizzo di modelli bioinformatica – aggiunge Pasquale Zizza, primo autore dello studio – ha consentito il disegno e la selezione della molecola ‘migliore’ per il nostro obiettivo”. Il prossimo passo sarà ora testare questa molecola sugli animali, per arrivare in futuro a nuovi farmaci. ”L’idea – conclude Biroccio – è quella di usare la molecola contro i tumori che presentano un alto livello della proteina Trf2, come ad esempio quelli del colon”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Leggi anche:
Arriva la "Ferrari Roma", la nuova coupè svelata nella capitale

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it



Commenti