Tutti contro Trump? No, il cowboy canta per lui

Tutti contro Trump? No, il cowboy canta per lui
13 gennaio 2018

Mentre tutto il mondo è indignato dall’ultima gaffe a sfondo razzista di Donald Trump che ha definito “Paesi di merda” alcuni luoghi di provenienza dei migranti, c’è chi, coraggiosamente, canta il suo amore per il presidente degli Stati Uniti e lo fa in modo singolare. Robert John Burk, famoso come il “naked cowboy” si è recato addirittura a Città del Messico per difendere, attraverso le sue canzoni, la scelta di Trump di costruire un muro per tutelare gli Stati Uniti dall’ondata di immigrati illegali provenienti proprio dal Messico. “Dobbiamo sistemare questo problema – ha detto – non c’è alcun motivo perché i messicani debbano attraversare illegalmente la frontiera, prendere le risorse americane e riportarle in Messico”.

Segui ilfogliettone.it su facebook

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Se avete correzioni, suggerimenti o commenti scrivete a redazione@ilfogliettone.it

Leggi anche:
Perizia psichiatrica per Marine Le Pen. Lei furiosa: molto grave


Commenti